31 mag 2012

Prof. Ciompi 6 (L'Europa)

Come al solito, non appena posso permettermelo economicamente, ho potuto raccogliere con gran piacere il parere e riporto integralmente l'intervista rilasciata ad una mia collaboratrice dal prof Sellone Ciompi De Petris, insigne economista e mio grande maestro
- prof Ciompi cosa ne pensa dell'attuale dubbio Euro sì, Euro no ?
- L'ingresso contemporaneo di tutte le nazioni nell'euro è stato un grande errore come gli ipocriti si ostinano a giustificare, dicendo che prima si doveva fare l'unione politica e poi quella economica, senza far capire cosa in realtà intendano. L'unica soluzione ora è quella di far uscire la Germania e farla tornare al marco e vedere se con una violenta svalutazione rispetto al dollaro si possa riacquistare competitività e contemporaneamente svalutare anche i nostri debiti che sono in euro e in euro restano. 

Si dovrebbe permettere alla germania di annettersi ogni dieci anni una nazione a lei confinante e ripulirla dal marciume per poi farla passare al marco. Nell'arco di 50 anni si potrebbe tutti essere ripuliti e sotto il marco, invece dell'euro.

- prof Ciompi ma lei allora non è favorevole agli eurobond ?
- Come è possibile pensare che l'operaio tedesco si riduca  come l'itajano e possa fare da garante per i debiti che i caporioni dell'immaginifico popolo elargiscono a profusione, senza il minimo riguardo alla qualità della spesa, perchè se facessero spesa produttiva, questa da sola ripagherebbe i debiti. Ma qui siamo di fronte a perecottari che riuscendo ad abbindolare con le chiacchiere la maggioranza popolare, come nella miglior tradizione italica, considera la spesa pubblica solo un mezzo per ottenere consenso ed incollamento alla poltrona. A cosa servono i reportage televisivi sull'assenteismo, sulla gente che timbra 5 cartellini e poi se ne va a spasso, quando i loro capi che non li controllano hanno la possibilità di autoaumentarsi per decreto lo stipendio? Se solo andassero nei campi a far cicoria, ci sarebbe un incremento del prodotto interno, la cicoria è sempre ricercata ed apprezzata nei mercati e lei neanche immagina quanta gente nel dopoguerra si è risollevata con la cicoria.


24 mag 2012

L'inno

Quello che più lo convinse di lei in quei tempi bui e di scarsi ideali fu la prova caratteriale, a cui artatamente ogni tanto la sottoponeva: lui la messaggiava in arial e lei immancabilmente gli rispondeva in courier o courier new, se disponibile.
Grandissima affinità e risonanza, d'altronde lei nonostante le brutte vicende rivelate dai media si manteneva padana, mentre lui continuava a sentirsi un gran sostenitore delle libertà e del bobbolo a cui queste erano dedicate.
A letto poi l'intesa era alta, grande la complicità, favorito dall'innocenza giovanile lui era un gran coniglione e anche se nella foga a volte saltava di buco, lei, se si sentiva a disagio, sapeva come controllarlo:
lì..nno 
lì..nno 
e lui ritto in piedi di scatto attaccava: ...meno male che silvio c'èèè.....
- ma no, ma come devo dirtelo, aggiornati, non è più quello, l'inno è cambiato anche se il primo è rimasto nel cuore di tutti:   cerca di non farmi fare brutta figura...

Mai come oggi il re è nudo od in mutande per la sua grande ingordigia nello sperperare, ma il suo amato bobbolo si rifiuta di passar per scemo e di gridare: 
"...il re è nudo..",   
per tanto,come sempre saranno cazzi da cagare per i soliti noti.
Non sono ancora maturi i tempi per un partito degli under 70.000,  non ho avuto grandi consensi,
però se sei donna, tra i 18 e i 28, approfitta delle opportunità offerte dalla globalizzazione
(e pensare che il bobbolo era stato convinto dai caporioni che con la globalizzazione si sarebbe esportata almeno la dignità, mentre io solito pessimista ero certo che anche da noi per i morti di fame si sarebbe tornati al pugnetto di riso giornaliero)

17 mag 2012

Il partito degli under 70.000

Primo compito dei bravi caporioni è quello di occuparsi della felicità dei loro fedeli sottoposti, per questo non si è avuto ad oggi un decreto raddrizza tajans a coronamento di tutti i decreti di rapina precedenti e quindi siamo dovuti intervenire noi patrioti, per il grande menefreghismo e strafottenza dei preposti allo scopo.
La tracotanza ben nascosta dalle chiacchiere con cui si raggirava il nostro amato bobbolo ci ha commossi al punto da farci scendere in campo col nostro partito degli under 70.000 così chiaro nel programma da farci assicurare senza discussione almeno il 90% dei consensi. Niente promesse campate in aria, una sola linea demarcatrice, un solo punto nel programma, per cui vorrei vedere come farà un morto di fame che guadagna 800 euri al mese a votare pd, pdl, udc, o altre forme paracule di aggregazioni tutte abili nella circonvenzione di incapace. Ci siamo documentati ed abbiamo visto da studi di gente preposta e migliore di noi che la felicità negli usa non ha grandi incrementi oltre i 75.000 $ di guadagno annuo e noi che siamo più esigenti dei cittadini usa anche dal punto di vista culturale e del pelo, abbiamo largheggiato in 70.000 euri e raddoppiato a 140.000 per sommarci il quoziente familiare tanto a cuore agli ex caporioni degli elettori cattolici del centro storico.
Il resto son solo chiacchiere, chiacchiere e molto presto cazzi amari, aggressioni verso gli indifesi, omicidi per rubare 200 euri, quando invece si potrebbe con l'accordo e la serenità di tutti re-distribuire una scala sociale su 5 o 6 scaglioni in cui ognuno saprebbe ritagliarsi la propria felicità in uno stato completamente laico e democratico. 
Cittadini, camerati, compagni, bobbolo mio tutto affidatevi e date la Vostra fiducia a chi questa volta vuole imporvi solo la felicità. 
Il partito è nato, adesso non ci resta che trovare un inno alla sua altezza.

9 mag 2012

Raddrizza tajans

Sostiene Beppe che si dovrà procedere contro i malfattori, sì, ma di cosa li incolpi, di associazione a delinquere o circonvenzione di incapace? Un 10% di popolazione che ha potuto incularsi in legalità un 90% di concittadini, lascia pensare e bisognerà porre provvedimenti definitivi per evitare che ciò possa riproporsi in futuro. Raddoppio del deficit negli ultimi 10 anni (1000 miliardi), proprio da quando si introdusse l'euro e si concesse la doppia velocità il 10% se lo cambiò a 1000 lire, con leggine in cui si raddoppiavano gli stipendi nel pubblico e decisioni unilaterali dei padroni nel privato, i dentisti autonomamente (1 capsula passò da un milione a mille euri) mentre all'altro 90% veniva cambiato a 2000 lire ed a tutt'oggi avrà incrementato si e no di un misero 10%. 
Non bisogna eccedere nelle epurazioni pubbliche, nel sequestro di beni magari ad innocenti, ma di fronte al baratro del fallimento e della rivolta sociale rispettare innanzitutto la Costituzione che recita che tutti i cittadini debbono concorrere alla spesa in base ai propri redditi (art. 53). Non sono d'accordo con Beppe quando dice che il debito non va ripagato, così, alla napoletana,  "......chi ha dato ha dato ha dato...", questo ci affosserebbe definitivamente nel mondo e ci isolerebbe, con difficoltà per i morti di fame di reperire persino l'aspirina, che andrebbe a borsa nera sul mercato e ci renderebbe complici di coloro che come Beppe in questi ultimi 10 anni hanno senz'altro raddoppiato il loro introito annuale.
Pertanto, assodato in 70.000 euri annui un reddito di decenza, visto che non è consentito imporlo per legge, si alza l'aliquota irpef al disopra di detta cifra al 95%, con obbligo di far confluire il ricavato nel fondo speciale "Raddrizza tajans" che servirà esclusivamente a ripagare il debito pubblico. 
Siccome Noi, contrariamente ai caporioni o ad i tecnici, siamo solo bravi patrioti che vogliamo riportare il nostro bel paese nel novero delle nazioni civili applichiamo il concetto che tutti i paesi applicano del quoziente famigliare e cioè se il vostro coniuge non ha reddito e voi guadagnate più di 70.000 euri, saranno restituiti al vostro coniuge fino a 70.000 euri. Nella denuncia dei reddidi dovranno essere inseriti tutti i redditi, anche finanziari, escluso gli interessi dei buoni del tesoro che continueranno ad avere la tassazione alla fonte. 
Il suddetto provvedimentro avrà anche il merito di aumentare l'occupazione, pensate a tutto lo star system, ai calciatori, lavoreranno una settimana all'anno e poi cederanno il posto ad altri giovani disoccupati, dedicando il loro tempo libero ad attività spirituali. Addirittura certi grandi anchor man con 2 o 3 giorni di lavoro avranno raggiunto i loro 70.000 da spendersi in pace come desiderano, senza arrovellarsi il cervello su come fregare il fisco ed esportare all'estero tutta quella massa di sudori rubati alla misera gente che produce.
E' chiaro che tutto questo avrà la durata necessaria al ripianamento, dopodichè si tornerà come prima, ma credo che una volta assaporata la nuova società che verrebbe a crearsi, non sarebbe più possibile tornare indietro.
Ponti d'oro a tutti coloro che si trasferiranno all'estero ed un augurio di fare la stessa fortuna avuta qui da noi, lo stesso vale per i grandi capitalisti, cui potremmo rilevare le attività che riteniamo strategiche per la nazione, quantunque abbiamo lasciata aperta una via di salvezza che è quella di comprare buoni del tesoro, (esentati dalla dichiarazione dei redditi) con i soldi eccedenti i 70.000 euri dimostrando un minimo di riconoscenza e patriottismo. In tutti i patrimoni di ricconi che mi sono passati sotto gli occhi, mai visto la presenza di un titolo di stato, che sono riservati ai poveracci, ai pensionati, quelli che con 50.000 euri di risparmi di una vita, non possono davvero investirli in niente altro (hai capito Beppe chi possiede i btp, banche a parte che sono state costrette a comprarli per salvare lo stato o status quo )  
Bisognerà pensare ad un partito degli under 70.000

4 mag 2012

Le rateazioni

Gioisci o bobbolo ti è stata elargita la possibilità di rateizzare: ora ti metti in regola con 3 rate, anche se per i possessori di più case saranno calcoli e file aggiuntive.
Questo fatto delle rate mi fa ripensare a qualche anno orsono qui a Roma, quando decisero di far pagare la monnezza in 2 rate invece di una e contemporaneamente quasi la raddoppiarono: la manovra al bobbolo passò inosservata, perchè i più erano convinti di pagare la stessa cifra, anzi di meno e solo dopo lunghe discussioni riuscivi a farlo capire ai più duri (di comprendonio).
Certo che aumentando le rate, si potrebbe convincere il bobbolo che la cifra versata è minore, ma io consiglio i caporioni a non esagerare ed arrivare magari a 12 rate, perchè potrebbe scattare nel bobbolo il meccanismo di paragonare il pagamento ad un affitto con leggera incazzatura tra i più ritrosi.
Ora qui a Roma il solito tecnico della situazione dice che si deve aumentare la tassa sulla monnezza, perchè grazie a malagrotta che è ben gestita, i romani pagano poco rispetto ai napoletani, e potrebbe farlo, magari aumentando a 3 le rate del prelievo, applicando il solito principio matematico che regola la vita del bobbolo e dei suoi degni caporioni liberamente scelti. Nel frattempo però un altro luminare dalla fantasia italica, per non dare nell'occhio, usa  la  parola spazzatura per ricavarci qualcosa, anche se si tratta di quella trangugiata e poi  trasformata in emissioni troppo inquinanti per l'ambiente.