22 dic 2011

Auguri 2011






Auguri a tutti voi ed ai vostri cari, animali inclusi, purchè piccoli e graziosi.


Che il nuovo anno possa vedere il coronamento dei vostri sogni leciti e non.



p.s.  Resistete, sono solo dieci giorni poi arrivo io


15 dic 2011

Evasori maledetti

Il bobbolo si riempe la bocca parlandone, nessuno si è mai premurato di affacciarsi in televisione e dare un minimo di logica spiegazione sul fenomeno evasione tajano e chi ne sono i soggetti.
Escludendo quelle poche ristrette unità, che possono farlo del tutto legalmente s'intende, quando i vostri caporioni parlano di evasori fiscali si riferiscono a Voi o bobbolo, perchè quando vi si rompe il rubinetto di casa o quando riparate la macchina, ripitturate i muri, cambiate i sanitari, vi fate aiutare dalla vicina nelle pulizie, etc, etc.. vi rifiutate di dare il 21% al governo, si tratta di iva, non di pizzo, intendiamoci, perchè il pizzo è molto più basso, non strangola. Per non parlare poi dell'aspetto penale nel favorire il lavoro nero, così dannnoso alla concorrenza e sopravvivenza di quei poveri artigiani supertartassati, però un consiglio, non ammettete mai di aver compensato in danaro codeste prestazioni, ma parlate sempre di scambio di favori: lui mi ha pitturato casa in cambio del culo di mia moglie, o in assenza di culi e cazzi, lui mi ha pitturato casa ed io gli ho riparato la macchina od il televisore, e tutto rientra nella regola, nel saggio dritto tajano. E' chiaro che Voi, o bobbolo, cerchiate di difendervi come potete, perchè se si somma questo 21% alle tasse che già pagate, si arriverebbe ad un buon 80%, mentre così, grazie alla vostra evasione ed a quella di quei pochi che del tutto legalmente risultano sconosciuti al fisco la media della tassazione tajana ristagna attorno a quel misero 50% impedendo la Vostra recessione. Insomma è un po' una conferma del fatto che se siamo in due ed uno si mangia due polli, ufficiamente all'istat risulta che i cittadini si sono pappati un pollo a testa e guai se così non fosse, perchè quello che conta sono i numeri, la matematica è una scienza esatta che non ammette indesiderate supposizioni.

09 dic 2011

Pezzenti maledetti

- Questa gente non mi rappresenta, come non mi sono mai sentito rappresentato dai precedenti caporioni dalle pezze ar culo che nei vari anni si sono affacciati trionfali sulla passerella luminosa.  Fatela finita con le stronzate tipo .."da questo luogo può ripartire l'Italia", non siamo mica nel dopoguerra circondati dalle macerie, la gente non è più preparata a rimboccarsi le maniche
Non per questo sono andato a tirare uova o pomodori cinesi anzi mi son dovuto sforzare per scrivere qualcosa al riguardo.
Ma come, sei pieno de debiti, per il tuo sfarzo immaginifico ce costi 3 volte her majesty  e continui a far l' aristocratico? Almeno i nobili decaduti hanno la dignità di ritirarsi in campagna e sopravvivere bucolicamente. Ma che razza de messaggio mandi ai creditori che ormai sono appostati da tutte le parti per vedere se continuiamo a buttare soldi o se ci siamo convinti che dobbiamo pagare i buffi. 
Mi sento colpito nell'onore, io che se ho dovuto far qualche debito per la famiglia, mi son privato di tutto pur di onorarlo al più presto possibile, essere rappresentato da sti pezzenti con le pezze ar culo, abituati a spadroneggiare, soverchiare, sbeffeggiare chi vive onestamente del proprio lavoro, gente che si fa servire da artigiani senza pagarli, che lascia debiti persino dal pizzicarolo od al bar sottocasa da cui continuano ad ordinare colazioni ed aperitivi, per non parlare poi delle rate condominiali, che saldano solo dopo svariati solleciti dell'amministratore.
E' la solita storia umana, i disonesti, i furbi che prevaricano gli onesti e che estorcendone la buona fede si ergono a loro caporioni, ma non è mica vero quello che i liberali de stocazzo affermano dicendo che i patrimoni non vanno toccati perchè sono stati creati con soldi su cui già si erano pagate le tasse, perchè essi invece furono creati su soldi presi a prestito con cambiali, soldi fittizi, mai stampati e che ora sarebbe giusto rimborsare espropiandone coloro che ne beneficiarono, in genere amici o parenti.

03 dic 2011

Le due velocità

Come ben si sa lo stato opera nella visione che i suoi caporioni  hanno dell'evolversi delle cose e per loro certamente l'evoluzione ha sempre un effetto incrementale positivo, se solo si pensa al tenente che via via sale di grado fino a generale e poi percepisce la pensione  rapportata all'ultimo livello raggiunto.
Non li sfiora lontanamente l'idea che nel mondo del lavoro vero l'evoluzione potrebbe essere negativa, visto che il lavoratore via via più anziano trova sempre meno opportunità di occupazione fino ad avere una pensione misera quando essa era rapportata alla media contributiva dei suoi ultimi anni di  lavoro. Per fortuna questo non è più ed il generale avrà una pensione in base ai contributi versati fin da quando era tenente o almeno così si dice, perchè il debito pubblico inesorabilmente sale e tutti dobbiamo ripagarlo (a detta del grande capo).
Con l'entrata dell'euro invece si è proprio voluto dare una doppia velocità all'evoluzione tajana e le varie caste si sono subito posizionate per assicurarsi la doppia, spingendo sempre più in basso i derelitti.
Prendiamo per esempio le assicurazioni, qui da noi è venuto a scadere il contratto decennale su quella del convento e guardando indietro il suo evolversi abbiamo notato che è passata dalle 600.000 lire ai 750 euri con la scusa di aver inserito anche l'area giochi dei bambini.
Ebbene ora al rinnovo ci viene richiesto un adeguamento per massimali e nuovi rischi dovuti alla tecnologia fino a 1300 euri il cui 21% chiaramente va al governo.
Un aumento di oltre il 60% proprio quando qui da noi, causa la perdita dell'unico benefattore importante (danaroso), siamo costretti ad accontentarci della gallinella cotta nell'acqua ormai solo una volta al mese.
Impediti dalla nostra velocità non raddoppiata, a malincuore abbiamo detto no e così ora ci siamo assunti il rischio dell'incertezza, così come facevano i nostri padri fino a 50 anni fa, ma loro dormivano tranquilli, perchè non avevano usufruito del boom economico, noi non potremo farlo, la nostra prossima generazione di fraticelli cinesi fortunatamente sì.

01 dic 2011

Only the echoes of my mind

Grandi i pianti che si levano da più parti, le preoccupazioni per il futuro, le richieste di ricollocamento dopo quello che hanno fatto per il bene della patria........ma come: 
non vi basterebbero 3 anni di mobilità come tutti l'antri lavoratori? 
Chiacchiere che non lasciano più tracce, echi, ma non crediate che voglia tediarvi col solito pippone pornodidattico

Lyrics | Nilsson Harry lyrics - Everybody's Talking lyrics

No, sto solo sperimentando le potenzialità di questa piattaforma, più limitata rispetto a splinder, qui se vuoi fa quarcosa de carino te devi da codificà l'html, ma la cosa che più mi dispiace è che ho dovuto abbandonare la gestione dell'albo dei commentatori professionali, visto che l'unica piattaforma che consentiva commenti professional e l'apposizione del timbro era quella di splinder

18 nov 2011

Monti, abiti belli, abiti pronti




Mai motto fu migliore di questo e poi proprio adesso che viene l'inverno, preparateve a favve cucì un ber cappotto.
E ci hai ragione ci hai quando dichi che la non tassazione della casa è un'anomalia tutta tajana, però dimentichi che in questi tre anni i comuni si son ben difesi, aumentando l'irpef comunale, la tassa della mondezza (qui a Roma del 30%) e non vorrei che ridandogli la ICI essi possano riorganizzare quelle belle estati romane, o le vacanze estive per gli anziani. Però dimentichi tutte le altre di anomalie, quelle a favore dei disgraziati che esistono in tutti i paesi civili: il family splitting di modo che se entra un solo stipendio questo sia diviso per due ed abbia scaglioni di tassazione più bassi.
E poi ne hai dimenticate di cose che ci sono negli states o paesi liberali cui tu dici di ispirarti, i bancarottieri in galera, la vendita della rai,  le class action dei consumatori, il clero che deve vivere di beneficienza e non essere sul gobbo del bobbolo, etc, etc, etc, prendi tutta la loro legislatura, abroga la nostra e sarai più credibile.
Non dimenticare che ora al bobbolo, oltre ai mille e passa che si è eletti je tocca da mantenè puro a voi e che essendo la torta rimasta quella de prima, visto che ve ne staccherete tranquillamente dei bei fettoni, per iddu ne resterà sempre di meno, vabbè, dai,
faje vedè chi veramente sei.
Ciao






ho provato qui
http://pornodidattica.blogspot.com/

e pure qui
http://pornodidattica.wordpress.com/

qui poi possono accedere direttamente solo quelli che si registrano
http://pornodidattica.iobloggo.com/


ma so' tornato qua
http://pornodidattica.splinder.com/

e da vecchio romantico rincoglionito voglio morirci assieme a tutti i passeggeri de sta nave, sarà perchè a me piacciono le macchine d'epoca, le oldsmobile anni 60 ed ho avuto la fortuna di averne una,
ma questo negli states.




















14 nov 2011

Er capoccione

Pè passà alla storia, definì l'albero del pino sacro ed intoccabile qui a Roma, dimenticandosi almeno di porre una fascia a salvaguardia, diciamo un 10 metri di distanza dalle strade e dalle case. Così ogni volta che il vento fa i capricci e ce dovesse da scappà er morto, tutti gridano alla fatalità, al degrado ed all'inefficienza dei caporioni perchè non hanno fatto controllà le radici. Per non parlare poi di tutti gli artarini che addobbano i tronchi sulla Cristoforo Colombo, da Roma ad Ostia, tutti i rifacimenti delle strade dal manto sollevato dalle radici e le bestiemme dei condomini che si sono ritrovati questi doni, quando je tocca da rifà i cortili condominiali. Qui nel paese tajoto ben si sà che le norme si aggiungono alle norme e come puoi pensare che qualche capoccino oggi possa abrogare l'idea di un capoccione od emendarla, neanche con un referendum, perchè dovrebbero da fà votare solo le parti lese, le mamme dei ragazzi schiantatisi sulla Colombo, quelli che pagano le tasse per risistemare i manti stradali rovinati dalle radici, i condomini che ce l'hanno nel cortile etc..
Er capoccione lo volle a imperitura memoria, tanto era a sua immagine e somiglianza, vuoi per la grande chioma che per il valore intrinseco, che dopo che l'hai potato o de nascosto lo hai abbattuto rischiando pesanti sanzioni,  devi pure da pagà er cammion per poter portà via la legna, neanche buona per il focolare domestico. Come ben si sa, il capoccione tajota poco si preoccupa dei danni che possono derivare dai suoi comportamenti alle generazioni future (in effetti questi regali quando vengono piantati sono di dimensioni modeste) ed è per questo che occorre decretare d'urgenza, assieme a tutti gli altri provvedimenti a salvaguardia del territorio il taglio immediato di tutti i capoccioni che si pavoneggiano in bella mostra lungo le strade della penisola.


10/06/2013     altra povera vittima

07 nov 2011

Siamo mica tutti uguali

C’è chi non viaggia seduto con la schiena nel senso di marcia, in piedi non so
C’è chi non può andare in pullman e vomita se non siede in prima fila accanto all’autista
C’è chi si fa venire le vertigini se respira odori troppo forti
Chi ha quer brutto vizio de ciucciasse i denti
Chi mangia le unghie e poi si ciuccia le dita
Chi si arriccia i capelli
Chi è sicuro che in passato abbiamo avuto grandi caporioni e non capisce che tutti saremmo capaci di fare i grandi segnando il conto sulle spalle delle generazioni future
Chi non va in nave
Chi ha paura di salire su un aeroplano
Chi sviene di botto, così, alla Patrizia
Chi è mestruato 30 giorni al mese
Chi ha sempre qualcosa in più degli altri
Chi si rivolge agli esperti di numeri e compra terni al lotto
Chi si ficca le dita nel naso
Chi ha bisogno del conforto dei maghi, degli astrologhi
Chi perde il suo tempo prezioso a leggere le mie cazzate
Chi si è donato ed ora ha la sua bella casta alle spalle
Chi lascia sempre qualcosa nella tazzina, nel bicchiere, nel piatto
Chi imperterrito continua a leccare il cono gelato invece di mordicchiarlo
Chi si sente più tranquillo solo aggiungendo un po' d'uranio impoverito
Chi ancora si domanda su quell'ossessione anale del compagno 1   2   3  
Ma poi, se chiedi tra gli amici, mica lo trovi uno che j’abbia dato er voto ar cavvaliere
Ora ditemi voi, anche se il cielo è sempre più blu, in caso di belligeranza, come possiamo pensà de potè vince una fottuta qualsiasi guerra o piccola rivoluzione che sia ?

31 ott 2011

Prof Ciompi 5 ( indignatos )

Come al solito, non appena posso permettermelo economicamente, ho potuto raccogliere con gran piacere il parere e riporto integralmente l'intervista rilasciata ad una mia collaboratrice dal prof Sellone Ciompi De Petris, insigne economista e mio grande maestro
- prof Ciompi lei si sente più black block o più indignato?
- I media italiani cercano di confondere i cervelli popolari usando parole straniere, avrei gradito di più se lei mi avesse rivolto la domanda con parole italiane staccandosi da quell'informazione asservita e foraggiata dai poteri che contano. Quei poteri che non vogliono mai divulgare nomi e cognomi, non vogliono dibattere su fatti reali e che sparano su qualsiasi forma di trasparenza, tanto che nessuno conosce le vere ragioni della protesta, del perchè ad esempio furono tolte dopo un giorno le dichiarazioni dei redditi pubblicate sul web, come se delinquenti e mafiosi non conoscessero già perfettamente chi è ricco, laddove tutti sanno che nei paesi civili le dichiarazioni sono pubbliche:
e come puoi pretendere di sconfiggere l'evasione ed il lavoro nero, senza l'aiuto della parte sana della popolazione?
Allora tu chi sei, con chi  sei schierato, quali interessi difendi con le tue leggi così abbondanti che si occupano persino dei saldi dei negozianti? Non si può scendere in piazza per fare balletti con le forze del loro ordine, la piazza è una cosa seria e si deve lasciare quale ultima risorsa, magari quando non ci sarà più il pane e dalla televisione lo zerbino di turno consiglierà al popolo di mangiarsi le brioches. Così succede che mentre tu da vero snob fai i balletti, loro continuano coi giochini e con gli amici dimostradoti chi è che comanda. Lasciamo poi stare quei quattro ragazzotti insoddisfatti della loro attuale posizione nella scala sociale col cervello atrofizzato dal benessere famigliare, coadiuvati dai soliti teppisti amanti delle risse da stadio.

- prof Ciompi ma almeno si sente un pochino indignato ?
 Indignato non potrei esserlo, perchè conosco profondamente l'animo umano e so che senza regole severe, senza la remunerazione della delazione (almeno un 20% sulle cifre che fa recuperare), quelli che se ne avvantaggiano sfruttando l'emotività e le scarse risorse cerebrali del popolo sono solo il clero, i delinquenti e i disonesti. Nella situazione attuale pongo molta fiducia nella fame dei pastori sardi, loro di certo non si metteranno a dar fuoco alle macchine delle badanti, son sicuro che hanno già impresso nelle loro menti tutti i nomi che contano.

solo per chi ancora ha voglia di farcisi una risata  ===> come diventare paladini del valoroso bobbolo

25 ott 2011

Tajans

Non avrei mai creduto che i risolini dei due caporioni esteri avessero la forza di far incazzare la consorte, sì, proprio lei, quella la cui dote principale erano le perfette imitazioni delle voci femminili, grazie alle quali mi faceva sbellicare dalle risate quando per telefono attirava in appuntamenti galanti amici e conoscenti:
...ciao goffry, mio ammore, mio grante ammore,  sono io, la tua piccola tiù, sono di passaggio, un paio di giorni di sosta, vienimi a prendere alle 8 all'hilton...
Guai a ricordarglielo, che la vita passa e gli animi si raffreddano e ne avrei in cambio la solita filippica, sulle persone serie e sui cretini per terminare sul fatto dei magri risultati che riscuotono nella vita i cretini come me, però non posso perdere l'occasione ghiotta ed affronto l'argomento per interposta persona: ..... certo però che un cretino della portata del nostro caporione maximo avrebbe dovuto aspettarselo, sempre con le barzellette, le corna,  il mandolino, la mano sul culo delle donne......
Sì, ma lui al momento giusto sa fare anche i discorsi seri, firmare contratti col bobbolo e le persone serie dovrebbero prendere la parte buona degli individui, perchè sono i discorsi seri quelli che contano.
Minchia, italici indignati siamo  


La Merkel e Sarkozy ridono di Silvio Berlusconi video youtube


24 ott 2011

Robba arrubbata dal web

    (foto da gigetto)
parla pe te
conoscevo Bisignani come lo conoscono tutti a Roma
(ma allora a me, perchè non me l'hai presentato)


riprendiamoci la RAI
prendetela tu, mettici i tuoi soldi e nun me rompe er cazzo con il canone
.....Perché è importante venderla? Non perché ci si fanno soldi; senza canone l'azienda dovrà ristrutturarsi profondamente anche solo per sopravvivere. Ma la cosa più urgente e più importante da fare non è raccattare qualche miliardo qua e là. La cosa più urgente da fare è convincere il pubblico che la musica è cambiata e che la repubblica italiana sta intraprendendo una strada nuova, una strada che può condurla a maggiore crescita e maggiore capacità di pagare il debito. http://www.noisefromamerika.org/index.php/articles/Credibilit%C3%A0._Teoria_e_applicazioni#body

guerra alla burocrazia
potete tranquillamente avere a domicilio un bel certificato di estratto di matrimonio in soli 5 giorni e con soli 35 euri, evitando così di andare in comune, richiederlo, aspettare 39 giorni e tornare a ritiralo o se avete una bella agenzia certificati sotto casa ottenere lo stesso risultato ma ad un costo variabile
E poi non dite che siamo nel 5° mondo, i certificati da produrre aumentano anno dopo anno, il mejo per ora è quello energetico, ma non sentitevi taglieggiati la famiglia cresce e de riffa o de raffa l'avimmo a fa campà.
Sì ma con tutte ste pastoie prima o poi se blocca tutto e chissà se li cinesi in cambio dei loro pommodori s'accontenteranno de quarche certificato?


20 ott 2011

Vietato ai maggiori di anni 18




Il mio sito vale 
€ 14.958,81



Chi mi segue da tempo avrà notato come ultimamente questo blog abbia perso quella sua velleità pornografica originaria con cui approccciava i vari argomenti e che giustamente aveva spinto i vari motori di ricerca a piazzarlo nella prima pagina dei risultati e quelli più moralisti di vietarlo ai minori di 18 anni.
Chiaramente non posso accettare di mandare a puttane un blog arrivato a valere 15.000 € nei momenti più fulgidi e quindi faccio ancora un tentativo


Video hard Uomo con due cazzi (peni)   two cocks (penis) man
Elisabetta, 

Belen , 
Michelle, 2,

Video hard donna con due vagine     two vaginas women 
Video hard donna con tre tette     three tits woman
Video hard donna con 5 capezzoli    tit with three nipples
Video hard di esseri completi di cazzo, figa, tette e culo

17 ott 2011

Indignato a chiii ?

E sì, dovrei proprio da esserlo: aver passato un'infanzia e poi un'adolescenza in quel modo. Senza un giocattolo, andare sottocanna con la bici dei grandi, dover giocare a palline, a buzzico semplice o rampichino, uno la luna, a campana, a nascondino, ai quattro cantoni, a nasconderella ed il tutto rigorosamente in strada lontano dagli occhi dei genitori o da uno sguardo amico. Per non parlar poi dello studio, senza un supporto, sempre attenti a non essere nemmeno rimandati, perchè allora la scuola pubblica era selettiva e chi veniva bocciato si doveva rassegnare a quel lavoro che oggi svolgono i nostri cari immigrati. Sempre promossi con la media del sette per usufruire di borse di studio private o del presalario universitario e come ricompensa passare l'estate ad aiutare i nonni in campagna o gli zii ad impastare la calce, perchè è sempre bene nella vita imparare un mestiere. Quanto me piace da fà er muratore, mette mattoni, piastrelle, scale, si vabbè sei bravino, però dà retta a zio continua a studiare.
Ora è chiaro che la nostra generazione con un vissuto del genere alle spalle desiderò far sì che la vita dei suoi pargoli fosse diversa, costellata di fiori: giocattoli, cellulari, motorini, playstascions, 36 politico e carne a pranzo e cena e come si può allora criticare quei degni caporioni che realizzarono i sogni del loro amato bobbolo cominciando a stampare cartaccia per dare tutto a tutti, benzina, gas, acqua calda, le migliori auto, champagne:  tutto rigorosamente importato dall'estero.
Che poi tra tutti quei bei botti emessi in nome del bobbolo tajano, qualcuno si ritagliasse le sue piccole fortune e quelle delle caste dominanti è più che naturale e così pensioni agli statali dopo 10 anni di lavoro (+5 di laurea), pensioni ai burocrati pari all'ultimo stipendio ricevuto senza tener conto dei contributi realmente versati, anzi si promuovevano il giorno prima della pensione e poi la reversibilità, così basta (a tutt'oggi) che una parente ventenne o la badante si sposi il caporione statale sul letto di morte per assicurarsi il 60% della pensione già a suo tempo rubata dal defunto.
Per non parlare degli strategici rinnovi dei patti con il clero, più la recente aggiunta dell'8 per mille, l'ingigantire della rai per sistemare parenti ed amici, la massa delle persone che mangiano agiatamente con la politica, i contributi alla stampa, ...etc.. baaaaasta 
Un giovane dovrebbe pretendere di trovare scritto nei programmi dei partiti un taglio a tutte queste cose o almeno una legge che vieti la chiusura in passivo di tutte le amministrazioni pubbliche con obbligo di risarcimento per gli amministratori, sapendo che o si accetta una vita con delle regole o si deve entrare in clandestinità o vivere da parassiti di questa marcia società come fanno gli zingari.
Per il momento invece di protestare sotto le banche e farsi strumentalizzare da partiti vecchi ed ammuffiti, mi sarebbe piaciuto vedere questi ragazzi andare in giro e almeno rimuovere tutte le vie e le piazze (in genere nel sud italia) che i caporioni hanno dedicato ai loro colleghi morti, addirittura ce ne dovrebbero essere intitolate anche al genio, quello della barca che va, il decisionista che stampava botti a tutto spiano, morto in esilio in africa per aver troppo amato (e stampato)  per il suo bobbolo    (scritto venerdì notte prima dei tragici fatti di sabato)

solo per chi ancora ha voglia di farcisi una risata  ===> come diventare paladini del valoroso bobbolo

15 ott 2011

Ogni promessa è un debito

Chi l'avrebbe mai detto!
C'è in giro il Video hard di Belen Rodriguez !

Tutta la rete parla del Video hard di Belen Rodriguez.
Su Facebook si parla del Video hard di Belen Rodriguez.
Su Twitter si parla del Video hard di Belen Rodriguez.
Su Netlog si parla del Video hard di Belen Rodriguez.
Su Msn si parla del Video hard di Belen Rodriguez.
Su Tumblr si parla del Video hard di Belen Rodriguez.
Cosa dimentico?
Ah, sì, su Google plus si parla del Video hard di Belen Rodriguez.
(post copiato dal blog del Conte).

Ma esiste sto cazzo di video? mi chiedono trepidi i miei fans sapendo che sono il consulente giusto  per tutti i tipi di porn. Provate qui:
videopornoitalia.net/video-hard-di-belen-rodriguez eMule
oppure
eMule Video hard di Belen Rodriguez

11 ott 2011

Gnappetts


E' l'Islanda il paese migliore dove vivere quantunque per le gnappe anche qui da noi non butta mica male. Quello che conta è salvare la nostra reputazione agli occhi del bobbolo: avrebbero fatto meglio a fare una patrimoniale solo su noi ricchi, piuttosto che tutto sto fumo. Calma calma bello, prima aspettiamo che il bobbolo ci svenda i suoi btp e poi la faremo e coi btp razziati e tornati al loro valore ci pagheremo le spese ed un piccolo guadambio per esserci sporcati le mani co sta cartaccia. E pensare che da piccolo non avrei mai preso in considerazione una gnappa, chissà quanta robetta buona mi son perso a causa della mia altezza pregiudiziale: oramai la mia morosa, anche se slanciata, l'è vecia e non posso tenerla di riserva, non sono il tipo, però il rammarico per le gnappe rimane.
Il fascino del piccolino ha sempre alimentato le fantasie delle persone mature e dei poeti:


     Quindi mirando vide in strana lutta
     ch’un nano aviticchiato era con quella:
     ed era quel piccin stato sì dotto,
     che la regina avea messa di sotto.


 

05 ott 2011

No post today, sorry


Eppure uno spirito libero da cane sciolto quale son sempre stato ne avrebbe di argomenti
1) Il suicidio di Meredith, dopo 4 anni di spese folli nella ricerca della verità
2) La certezza che oramai nelle nostre carceri ci sono solo i morti di fame che non possono permettersi la spesa di un avvocato decente
3) L'ennesimo crollo di Barletta che riporta alla luce l'altra parte dell'Itaja, quella che non conosce bamboccioni e che accetta i 4 euri l'ora per resistere alla concorrenza cinese, pur di non emigrare, contribuendo al pil nazionale sommerso, grazie al quale i caporioni possono permettersi di retribuire 12 euro l'ora la loro servitù extracomunitaria (perchè noi siamo signori), che spedirà nei loro paesi sottosviluppati la cifra ricevuta.
4) Moody's che giustamente ci declassa
Come potrei continuare a scrivere sempre delle stesse cose che occuperanno lo spazio dei nostri mezzi mediatici ed i pulpiti con l'indignazione sdegnata dei nostri magnifici caporioni per due o tre giorni e poi il solito condono confessionale.
Son stanco, son stufo, tutti a chiacchierare, a produrre pezzi di carta e nessuno che risolva mai niente, quando  oramai con l'accelerazione in crescita dovremmo tutti attaccarci a qualcosa di solido, di molto duro, che gente come me fornirebbe volentieri ed a prezzi irrisori, questi topi di fogna maledetti loro, il bobbolo che li applaude e tutti i loro confidenti spirituali che li assolvono, potessero sboccà sangue e tornà nelle fogne da dove so' venuti, si preccupano della sedia e cercano di fermare il progresso.
A me però, da bambino, piaceva il belpaese.

29 set 2011

Il bravo giovine e la finanza innovativa

Il bravo giovine è abbastanza incazzato:
168 euri e -5 punti sulla patente per essere andato a 65 km orari alle 14,30 di un giorno infuocato di giugno, su una strada urbana a quattro corsie con corsia per la sosta di emergenza che se ti limitassi ai 50 km canonici correresti il rischio di essere tamponato e schiacciato da qualche camion, suv o furgone.
Stare in giro alle 14,30 per produrre ricchezza, mentre chi ha ideato il concetto siede attorno ad una tavola con i suoi familiari e davanti ad un piatto di minestra calda fa produrre al soggetto una quantità enorme di improperi verso i caporioni e lo allontana definitivamente dalle istituzioni. Quello che più lo preoccupa sono i 5 punti persi, perchè ormai sta al limite del ritiro della patente e siccome queste multe arrivano con tre mesi di ritardo, chissà quante ancora ne dovranno arrivare, visto che lui quella strada l'ha percorsa svariate volte per un suo cliente.
Lo consolo dicendogli che può far togliere i punti alle patenti dei suoi parenti o se non ne ha, di recarsi al centro anziani più vicino che lì qualche pensionato dal cuore buono, magari con 50 euri gli cede volentieri i 5 punti od al limite non comunicare chi guidava e pagare la successiva tassa di 240 euri per evitare il ritiro patente. Che ce voi fa, il comune ha bisogno di soldi e si deve affidare alle direttive governative.
Ai bei tempi dei democristiani si usava colpire in maniera generalizzata, una volta si aumentava la benzina e la successiva (per non dare nell'occhio) i bolli e le tasse sulla casa.
Oggi, grazie alla finanza innovativa si colpiscono i trasgressori ed il bobbolo è contento.
Però qui a Roma dovrebbero mette un controllo al centro del traforo del tritone, almeno diversificherebbero un po' la platea di questi nuovi contribuenti.

22 set 2011

Gianni

Finite le elementari, abbandonato dal padre, con le sue sorelle e fratelli, scese in campo, lui come cascherino nel bar d'angolo. Consegnava caffè, cornetti e cappuccini guadagnando più in mance che di paga ufficiale. Gli anni passano ed a 20 anni Gianni riuscì a prendere in gestione dal vecchio titolare quel bar d'angolo, aumentando le sue ore di lavoro da mattina a sera per pagare la gestione, l'affitto delle mura e la cassiera che lo aiutava per otto ore al giorno. Morto il vecchio titolare, Gianni si comprò il diploma in ottemperanza alla vigente legislazione tajana per poter rilevare la licenza, poi assunse due banchisti e lui si spostò alla cassa. Questa volta si sposò, acquistò una bifamiliare in zona, rimodernò il locale dopo aver passato il contratto di affitto delle mura a suo nome, comprando anche un patentino per tabacchi e la concessione per il lotto e tutti gli altri giochetti di legge. Adesso il Gianni arrivato ai 50 anni gira in suv per non sfigurare, chiude alle nove di sera e tutte le altre feste comandate. Non ho mai visto uno dei suoi figli ad aiutarlo, solo la moglie ogni tanto alla cassa.
Il suo pensiero politico credo rispecchi quello degli attuali caporioni, non perchè è convinto che in caso di violenza come a Londra o Parigi je proteggeranno er bar con le ronde, ma solo perchè lui non ha mai capito gli intellettuali, anzi non si spiega proprio come possa esserci gente che si chiude nel bagno in compagnia di un libro, piuttosto che del corriere dello sport.

15 set 2011

Paesi di merda

Ci sono posti su questo pianeta dove volenti o meno ti tocca convivere con gente strana, teste di cazzo insomma, che non necessariamente vanno in giro d'estate col cappello di lana in testa per guidare il suv, così da essere facilmente individuabili, ma che magari li incontri dietro l'angolo a svolgere con affanno la loro quotidianeità. Gente qualunque definita simpaticamente bobbolo da alcuni, ma ben studiata nei comportamenti da altri scaltri ed interessati ad averne un tornaconto personale e poi così tracotanti da sputare nel piatto in cui largamente mangiano. Questi posti abbondano dove il fanatismo o la religione del perdono e della tolleranza si sono diffusi negli anni mascherando abilmente l'ipocrisia che permea i comportamenti reali dei vari caporioni politici, religiosi, militari, così da giustificare le caste con i loro privilegi via via stratificatisi nel tempo. Paesi dove tutto è bollato e certificato, ma in caso di inconvenienti non si trova mai un responsabile, dove guadagna di più chi gestisce i timbri certificatori di chi invece ha sudato e tribolato per completare l'opera.
In questi posti, unanimamente definiti di merda, la vita del Giusto diventa sempre più difficile, se non impossibile, perchè non ci sarà mai un reset generale con aperture al merito ed alla civiltà quando si deve convivere con piccoli mafioncelli beneficiati dal condono prima confessionale e poi eucaristico. Inoltre, beffa delle beffe, mentre il mafioso, il ladro, l'assassino, la mignotta, nella loro grande superficialità in punto di morte si pentono o addirittura i migliori vanno tutte le domeniche in chiesa per il loro legittimo condono confessionale, il Giusto, sempre più incazzato, al limite della bestemmia, intollerante, non più disposto al perdono ed a porgere l'altra guancia è condannato a bruciare all'inferno.

non fatevi mancare un minimo di confort o un buon investimento per il vostro futuro.

08 set 2011

La vera canoscenza

Oggi, chissà perchè, mi torna in mente Massimo, un caro ragazzo compagno di scuola media e di tanti giochi all'oratorio, amici come si può esserlo a 12 anni, eppur per certi versi, lui, già consapevole. Quando si parlava del futuro, tutti cavalcamo i soliti sogni, medico, avvocato, pilota, notaio, professore, calciatore, etc.., mentre lui era certissimo: commesso alla camera. Chiaramente noi si restava allibiti, ma come, commesso, un mestiere povero, ma poi in camera, ma cos'è sta camera: un negozio, una camera da letto per ricchi? E lui zitto, non andava oltre, lasciandoci nella nostra curiosa ignoranza o se vogliamo al lento cammino della nostra conoscenza.  Passati gli anni ebbi la fortuna di poter avere tra i miei clienti, proprio la camera, fortuna, perchè, usufruendo della buvette di servizio (riservata ai sottoposti) potei risparmiare un sacco di soldi per il pasto e reincontrare il mio compagno Massimo che così mi chiarì tutto sul fatto del commesso.
Date ai vostri piccoli le informazioni utili, le vere canoscenze  per prepararli al meglio alla vita tajana.

un omaggio alle care lettrici ossessionate da qualche chilo in più

02 set 2011

Controsensi tajani

C'è gente che si ingrassa mettendo all'indice situazioni di scarsa civiltà, quale il sovraffollamento delle carceri e gente che volente (bobbolo e mafiosi) o nolente deve contribuire alla spesa perchè il balletto continui.
Ma perchè poi si debbono spendere soldi in indagini e patrii alloggi per reati giornalieri di questo tipo, con tanto di scoop (2 piante) addirittura nei telegiornali estivi, quando questi bravi ragazzi ormai ridotti al lastrico dai debiti dei loro avi, con tanta buona volontà, voglia di tornare all'agricoltura e spirito imprenditoriale cercano di contribuire al pil nazionale liberandosi dalla schiavitù delle mafie e della produzione straniera?

23 ago 2011

C'è grossa crisi

Le cose van mutando, non ci crederete, forse non ne cogliete i segni perchè per vostra fortuna ne siete al di fuori, eppure inizia il declino della classe media tajana.
Addio a quei bei interventi presso i luoghi del divertimento estivo: quest'anno a malapena abbiamo scambiato le nostre prestazioni con vitto ed alloggio ed addirittura interrompere per qualche giorno la tournèe e correre a casa per mettere al sicuro quei pochi risparmi di anni di duro lavoro, a causa di un bobbolo ottuso che continua a farsi guidare da gente del suo calibro. Un'ora di intrattenimento sulla spiaggia coadiuvato dai miei collaboratori emilio e lele, con attrezzi scenici vari ed emilio avanti incensante tutto intabbarrato negli aurei paramenti e lele spingente la sacra carriola ove sedevo folgorantemente abbigliato e benedicente nella mia veste di santone e poi dieci minuti di intervento negli spettacolini serali sulla sediolina papale dei miei due devoti questuanti.
Ci siam sacrificati per dare una risposta alle crescenti necessità spirituali di questo valoroso bobbolo, per accrescere i devoti alla nostra comunità velletrana e, nell'attesa di futuri lasciti, rimediare qualche spontaneo obolo nelle consulenze personali. Ad essere precisi i due questuanti avevano anche il dovere di sondare le eventuali aspiranti desiderose di sfondare e reclutare le più attrezzate per poter alimentare le nostre riunioni conviviali del lungo inverno.
Nel complesso scarsi risultati, economia su tutti i fronti, merce tracagnotta, de coscia corta, gnappette tipiche della val gina, persone tutte accorte all'euro e per lo più incazzate per i 100 euri spesi in più per essersi prenotate a maggio, rispetto ai last minute così abbondanti quest'anno per poter riempire le strutture, con relativo nocumento sulla qualità del cibo, dell'animazione costretta a risparmiare persino sulla nebbia artificiale (quanto mi son mancati quei bei soffioni nebulosi di una volta che accompagnavano i miei ingressi in scena).
Nel complesso tanta fatica per poi avere anch'io, a fine stagione, una settimana di vacanza quest'anno in sardegna per poter rinverdire i bei tempi andati e poterci ancora  spalmare un po' di creme con la consorte.

Curiosità musicali 12
Pinguino danzerino

04 ago 2011

Non parlare al conducente

- Scusi, ma il 95 non passa più?
- Signò, l'hanno abolito, tanto nun passava mai e siccome stanno restituendo ai cittadini dopo 80 anni quella bella piazza de S. Silvestro hanno rivoluzionato tutto e per piramide c'è er 63 o er 630
- Ma allora pe' villa Borghese?
- Pe villa Borghese prenda puro er 160  ar corso
- Dicaaa, pe monte Savello?
- Pè monte Savello mo' c'è solo l'80, che è corsa rapida, ma deve da sta attenta a nun piallo ar centro se je capita la vettura doppia perchè non c'è il congegno obliterante pe mette er timbro: lo prenna tranquilla davanti o didietro, così può obliterare con calma. 
- Ma l'ha sentito er discorso der premiere, pare che mo' con un discorso je arriesca de sistemà tutto e pensà che fino a ieri je toccava prostituisse, abbacià addirittura la mano a un assassino per il bene del suo amato bobbolo, pare che poi ce saranno anche generose distribuzioni de cellulari senza dovè cambià gestore e che abbia obbligato tutti ad allargà er servizio you and me, aggiungendo una terza persona: you, me and sòreta.

15 lug 2011

Commozioni

Nel mio piccolo sono una persona emotiva, passionale che facilmente si immedesima  nelle situazioni delle persone graziose, indifese, così nell'ultima cerimonia del sacro lavacro, qui in convento, mi ha molto colpito la storia di una nostra sorellina, una pecorella smarrita, recataci dai nostri bravi questuanti novizi frà lele e frà emilio.
Effettuato il rito del sacro lavaggio ai convenuti, noi qui siam tutti un po' piedofili, com'è d'uso il convento ha offerto la cena ai presenti  per fraternizzare e passare qualche momento in serenità e pace ed è qui che Luna, così si chiama la nostra pecorella, ha approfittato del momento per avvicinarmi e confidenzialmente aprirsi, su mio invito e confidarsi. Una storia amara, un destino crudele, sedotta ed abbandonata da un giovinastro, un certo Luigi, con tutto il raccolto compromesso dalle lunghe pioggie invernali, persino la morte della capra elisabetta che forniva quel poco di latte necessario al suo bambino. Ah Luna, Luna, che mai avrai fatto di male tu così giovane, così bella ed indifesa per meritarti questo avverso destino, piccola lunetta con questa storia mi hai commosso e coi tuoi begli occhi, la tua bocca, le tue manine, i piedini, tu mi hai fatto innammorare e con un sol colpo  hai cancellato tutte le altre presenze nella mia vita;
basta, di più non dico e voi nol dimandate, che la notte fu lunga e pregna di sospiri e pianto.
Giunta l'alba e molli in viso, non avendo contante a portata di mano, con gesto audace e sconsiderato, la bonificai on-line di quei 23.000 euri che, grazie alla social card di cui tutti noi qui in convento beneficiamo, avevamo cumulato su un conto a me intestato. Solo più tardi, sgombro dal peso degli ormoni, a mente un po' più fredda, cominciai a pensare sulla opportunità del gesto benefico: e se la amata Luna fosse stata minorenne? No, non può essere, a vederla mostra come minimo vent'anni e poi è titolare di un conto in banca. Comunque con queste norme tajane così rigide e numerose, forse avrei fatto meglio a beneficiarla dal conto principale del convento quello dove accumuliamo l'8 per mille destinato ai poveri, ora spero per il mio interesse e per quello dell'autorevole ruolo che ricopro,  che il solito ficcanaso desideroso di protagonismo e visibilità per una futura carriera politica non ci vada a perdere il suo prezioso tempo, pagato così profumatamente dal valoroso bobbolo tajano.
E' sì, perchè di codesti ficcanasi comunisti che non hanno un cazzo di meglio da fare è piena la patria, sarà meglio comunque, che cambi aria per un po' e che non mi faccia più sentire, cosa che consiglio anche a voi ed ai vostri cari fino a che la stagione lo consente e le acque son calme.


Ragazze, metteteve l'animo in pace, ormai i principi ereditari so andati, per ora nella lista c'è questo rampollo.

07 lug 2011

Fantasmi

   Che mano veloce quella ragazza, così veloce che la tastiera non riesce a starle dietro, vabbè mettile st'elastichetto al relè 5 e vedrai che velocizza il reset dei tasti e poi le lame dell'82 che incubo, i pannelli dell'88, della 557, della tabulatrice. Ricorda che a clock 468 c'è lo store della csw, l'analisi della psw ed il fetch della nuova ccw nel control reg. A clock 716, l'alu ha processato ed il risultato ce l'hai nel gr 4. No, no oggi il processore ha la ventolina perchè riscalda, mica è come allora che raffreddavate ad acqua e ci riscaldavate il condominio, ma guarda che il raffreddamento ad acqua è il migliore, perchè omogeneo e distoglie lo spionaggio industriale, come quella volta che fu annunciato dai maggiori guru che la successiva generazione di computer si sarebbe basata sull'acqua e sui principi dei fluidi, solo perchè in laboratorio avevano notato tutti quei tubi e quell'andarivieni di idraulici e sì, perchè quei primi integrati scaldavano da morire. Poi l'assembler, il cobol, il tso, l'sql, il vtam, il vm il cics, il web, il cazzo che te se scopetta l'occhi, brutta vita quella dell'informatico, non fai a tempo ad impadronirti di una tecnologia, di un software che già è obsoleto e tu con lui.
Molto meglio dedicarsi all'infornatica ed imparare bene la realizzazione di quei 20 o 30 sani prodotti da forno che col passar degli anni non ti tradiranno mai.

p.s. occhio ragazzi stanno più accorti alle rovine che ai vostri poveri orecchi. 

29 giu 2011

Siamo in buone mani, come sempre

Dedicato a quelli, che come me, ignorando il primo filmato, avessero nutrito dubbi sulle attuali persone alle quali la maggioranza bobbolare ha affidato il proprio benessere od il futuro dei propri figli.
Potete stare tranquilli, siamo in ottime mani, come sempre lo siamo stati, perchè è il soldo che qualifica l'uomo, la qualità, la trasparenza e non viceversa, basta decretarsi un altro aumento di stipendio e si andrà sempre meglio, fino all'eccellenza, che poi per aumentarsi lo stipendio a volte non c'è mica bisogno di un decreto.
Tra i tanti ciarlatani e perecottari, strumenti consapevoli di occhiuta rapina, salverei il nordico dei marroni, per i notevoli risultati contro la criminalità armata e quella che invece nell'ombra corrompe o mina alle basi l'evoluzione civile di un bobbolo.
Degli altri non salvo nessuno, anche perchè ho ricevuto una comunicazione dal mio gestore telefonico in cui mi dice che nella prossima bolletta mi addebbiterà 2,50 euri per la consegna dell'elenco telefonico e qualora non lo volessi lo dovrei comunicare a loro con raccomandata con ricevuta di ritorno con un costo per me di 4,20 euri più mezza giornata all'ufficio postale e non mi sono sentito molto tutelato nonostante siamo nel 2011 e paghiamo profumatamente un sacco di papponi per cercare di prenderlo nel culo il meno dolorosamente possibile. Che poi debbo ammettere che il mio gestore è molto corretto, perchè il precedente non comunicava nulla, ma metteva in bolletta e basta.  


Determinazione dell'equo indennizzo. Per la generalità dei dipendenti statali ed equiparati viene preso la classe iniziale di stipendio della qualifica di appartenenza al momento di presentazione della domanda, maggiorata dell'80% e moltiplicata per 2,5; per i dirigenti dello Stato ed equiparati, i Colonnelli ed i Generali delle Forze Armate e dei Corpi di polizia l'importo suddetto è pari a 2 volte lo stipendio del dirigente generale; la cifra ottenuta corrisponde all'equo indennizzo spettante per la prima categoria; per la seconda viene calcolato il 95%, per la terza il 78%, per la quarta il 64%, per la quinta il 47%, per la sesta il 30%, per la settima il 15%, per l'ottava il 9%, per la Tabella B il 3%.
..........E' chiaro allora che un contribuente si senta defraudato qualora non riuscisse a prenderlo........

21 giu 2011

So' comm'a nuuujjjeee

C'hanno famija, se preoccupano per il futuro ed a buon ragione, visto che nun se ponno più stampà lirette, anche un ministero ne accontenta tanti, che se poi c'hai voja de lavorà al pomeriggio te butti sul mercato del lavoro nero ed anche alla mattina se nun sei troppo stanco...

Pe' nuje ca ce chiagnimmo 'o cielo 'e Napule,
comm'è amaro stu ppane!

Sti precari tanto bistrattati, oggi so tutti  figli di funzionari, di politici o politicanti trombati, cominciano a diventà sistemazioni invidiate, visto che nel mondo del lavoro privato se sta peggio assai. Almeno col concorso qualche terrone de merda, de quelli che sanno tutti i codici a memoria riusciva a penetrà, ma oggi so tutti postarelli da spartisse su base locale e continuà a garantì la macchina de servizio con l'autista che te porta allo stadio e s'abbusca lo straordinario, altro che quei sfaticati de comunisti che al pomeriggio lasciano deserti li palazzi de giustizia.

Nuje simmo 'nnammurate!
E chiagne 'sta chitarra tristamente...
E, tristamente, chiagne 'o mandulino!...





So cumm'a nuje e lo dimostra il fatto che al termine della formula magica del giuramento "....bla... bla.... bla... e di trasferire in padania almeno 4 ministeri ....bla..bla... Lo giurate VOI...?..." I più rispondevano come da sempre facimmu nuje nella maniera classica:


"L'ho duro" 

16 giu 2011

Parolai

  Farsi conoscere è difficile, non basta più la chiara fama, occorre dialettica, oratoria, tattica da piazzista. Studiare, provare davanti allo specchio, ripassare in continuazione quel repertorio di barzellette con cui appiacionarsi la platea.
Sperimentare quei gesti universalmente acclamati di grande efficacia, che ieri erano  il virgolettato metaforico, mentre oggi continua e resiste oltre ogni aspettativa il rafforzamento perifrastico dell'espressione "come dire", come dire vaffanculo, sì, proprio, come dire, vattelaapijànderculo è sì, come dire, a roma, forse, chissà, ma diciamocelo spassionatamente: l'anima de li mejo mortacci vostra e del bobbolo a camere riunite che ve paga lo stipendio.
Però, prima di intraprendere una qualsiasi carriera nella vostra vita, ragazzi, è bene che valutiate il fatto che il parolaio, o hommo del dire, prima piscia e poi si lava le mani, mentre tutti gli altri, o hommini del fare, sono costretti a lavarsi le mani prima di pisciare .

p. s.  nel frattempo ragazze occhio  al vittimismo, non era misoginia, ma solo ghiottonerie femminili


 

09 giu 2011

Mai dire quattro (never say four)



Ho ripreso a titolare anche in English per maggiore visibilità, visto che l'argomento è internazionale ed ho aggiunto la bandierina sulla sinistra per chi non è tajano. Chi lo avrebbe mai detto però, si parla di culibatteri e subito tra le verdure li si associa superficialmente ai citrioli che come è risaputo alloggiano da sempre nei caldi meandri degli ortolani di tutto il mondo. Che poi, visto che a noi nun ci aggradano gli ispanici, subito glieli abbiamo addebitati e ritornati indietro ed invece no, la serpe si annida come al solito nel nostro seno: vatti un po' tu a fidare degli amici.
Ecco, insomma, non fate correre troppo i vostri sogni, perchè mentre essi un domani potrebbero svanire, voi invece continuerete ad esserci. Non sono io a dirlo, ma la canzone, che da buon padre di famiglia, qual'io sempre son stato, ho voluto mettervi se vi va di ascoltarla ed arricchire il vostro bagaglio umano e linguistico, anche se consigliare un matrimonio al proprio rampollo di questi tempi la vedo un po' dura, meglio forse convivere senza farlo sapere ai santi padri.                                                                pace e bene

Qui la traduzione e la versione del grande gatto.

02 giu 2011

I responsabili

  Responsabili si nasce o lo si diventa solo dopo aver superato le peggiori prove cui un essere umano, generalmente povero, viene sottoposto durante la sua esistenza. Meglio nascerlo responsabili quindi e farsi avanti nei momenti più vantaggiosi e propizi al proprio ruolo.
Il responsabile sta sempre lì, in agguato, mai una volta che si trovi quando si tratta di incidenti o di delitti, ma pronto alla ribalta non appena sente odore di necessità, di puntellamento, di pecunia insomma.
Nella nostra società la sua figura è necessaria ed opportuna, una personcina su cui puoi sempre contare finchè la remuneri e questo è tutto chiaro e ben definito fin dall'inizio del rapporto, per cui non potrà mai essere emotivo, libero di muoversi o di usare il cervello, che appartiene totalmente al suo sponsor e di questo lui ne va fiero.
Chi nasce già responsabile, ha il vantaggio di godere appieno delle proprie azioni, delle vicissitudini provocate dai suoi comportamenti, mentre chi lo diventa in seguito ad avversità della vita deve esercitare un certo sforzo, ma poi anche se con tormento interiore riesce sempre ad assolversi. Non è facile riconoscere un responsabile dalla sua faccia o dai comportamenti: potrebbe trattarsi di un millantatore. Solo il vero responsabile, quello conclamato, sa quando e come farsi smentire.

Per questo, al termine di una stagione negativa, non è bene affidarsi alla giustizia sommaria nelle piazze cittadine, come sempre accade ai bobboli latini per poi lasciare gattopardescamente il tutto nel dimenticatoio più assoluto, meglio annotarsi su un foglio i nomi, le qualità, le caratteristiche dei fortunati e poi parlarne tutti i giorni in famiglia per far conoscere anche questa opportunità di realizzazione tutta tajana ai propri figli.

26 mag 2011

Mestieri di aiuto

  Quanto ce piaceno a noi consulenti le parole importanti, le parole che incuriosiscono la platea e la inducono a riflettere, tipo paradigma, master, icona, must, etc., Domitilla Savignoni è il mio paradigma attuale per l'ideale di bellezza femminile, così come lo era la Laverda per la moto. Domi la potete gustare, se di turno, la mattina alle 8 su canale 5 anche se rischiate di far tardi al lavoro.
Fra i nuovi mestieri emergenti trovo che il cecchino sia quello più vicino al sentimento di noi consulenti: sparare nel mucchio senza distinzioni è come vendere la stessa strategia di mercato a due ditte in concorrenza tra loro, assicurando ad entrambe il successo. Non mi ci vedo invece come bombarolo oppure venditore di organi: che te serve, na mirza, un fegato, un cuore, na cornea.... no, proprio non ci riuscirei. Perchè poi preoccuparsi per qualche radiazione, qualche centinaio di morti in più tra le migliaia che muoiono ogni giorno per la guerra, sul lavoro, per il fumo, l'alcool, le polveri sottili, l'amianto, gli incidenti stradali, la droga, il barcone dello scafista e tutto lo stress della civiltà dei consumi, la vita media dell'uomo si allunga e quindi ben venga qualsiasi tipo di nuova possibilità di morte, di nuove attività lavorative che portino prima alla fine di questa valle di lagrime per poter poi risorgere finalmente leggeri e nella luce eterna.
Amen

p.s. ragazze qui sta il segreto, non arrendetevi senza combattere .

18 mag 2011

prof. Ciompi 4 ( l'analisi )

L'avvenimento principale si è appena concluso e cani e porci ora ne parleranno per chissà quanto tempo, potevamo noi allora farvi mancare il parere del magnifico prof Sellone Ciompi De Petris, insigne economista e mio grande maestro?
- prof. Ciompi una sua valutazione sulla tornata elettorale, prego.
- Questa volta la gente non si è fidata delle certezze ed ha preferito alimentare la speranza ed il sogno, puntando sull'incertezza, sui toni cauti, il basso profilo. Votare sempre contro i caporioni in sella è un bene, perchè cambiando le amministrazioni occorrono almeno uno o due anni per poter ricostruire i comitati d'affari loschi con la sicurezza di potersi fidare l'un dell'altro e non essere traditi. Anche se il voto è sempre condizionato dalle caste, dal clero, dai beneficiati, dai lavoratori della politica, dal bobbolo, questa volta di certo tutti i cosiddetti "piccoli", aziende con 1 fino a 6 lavoratori non si saranno alzati all'alba per andare a votare visto l'immobilismo del governo che pur conservando gli studi di settore nulla ha fatto, come il precedente, per contrastare il lavoro in nero: è chiaro che nei piccoli lavori tutti ricorrono al lavoro nero, perchè gli artigiani in regola, dovendo dare il 50% della cifra in tasse e contributi + il 20% come IVA, sono costretti a chiedere almeno 2 volte e mezzo quello che ti chiede l'idraulico rumeno.
Molti hanno licenziato l'operaio e tanti, che non lo avevano sono stati costretti a rientrare nel nero.
- una sua parola sul risultato dei grillini
È tempo per questo movimento di scendere in campo in maniera professionale, per non restare al livello percentuale del partito radicale, consiglio di prendersi i soldi del finanziamento e di investirli anche part time su un canale televisivo, di cui adesso è ricca l'etere, senza tv non si raggiunge il bobbolo e ben lo sa il vaticano.

p.s. ragazzi, occhio allu dito.

16 mag 2011

Under the moonlight

  È di nuovo tempo elettivo qui a bananolandia e le parole sono scorse a fiumi nei vari talk shows dedicati. Si pensava che, una volta crollate le ideologie, i discorsi si sarebbero condensati noiosamente sull'onestà e capacità delle persone ed invece per fortuna del bobbolo le trasmissioni sono state movimentatissime, forse più di quelle di puro gossip. Ora che i giochi son fatti mi è sembrato che, mentre quelli che una volta rappresentavano la destra abbiano ribadito certezze assolute e basilari, tipo la figa, i condoni, l'abbassamento delle tasse a tutti, la famiglia, le bombe, il ponte, etc.. gli ex sinistrorsi abbiano tentennato in continuazione rasentando la psicolabilità, tipo la figa sì ma forse anche il culo, condoni sì ma non quelli finanziarii, tasse meno ma solo a quelli che guadagnano sotto i tot euri (lordi), la famiglia forse anche allargata, le bombe solo se più intelligenti di quelle destre,  etc..  Così l'elettore indeciso, ma influenzabile,  sarà stato frastornato e si sarà reso conto che nel caso non volesse rafforzare la schiera di quelli della certezza assoluta, neanche ci terrà ad essere trattato da psicolabile, specialmente poi se l'ultima volta, avendo votato l'uomo della giustizia, grazie alle campagne acquisti successive è come se avesse concesso i suoi favori all'attuale uomo a cavallo.
Sotto questo bel chiaro di luna primaverile mi incuriosisce quale strategia comunicativa sarà stata la vincente nella mente del valoroso bobbolo tajano.

12 mag 2011

Incomincipit 2

  Si era giunti ad una grande accelerazione dell'evoluzione umana, le guerre uffficiali erano vietate dal bon ton, per invadere un territorio bastava disporre di vecchi barconi e la globalizzazione aveva edotti i più a concentrare tutte le proprie forze nella conquista del denaro.
Il bobbolo operaio tajano andava scemando e i suoi caporioni, per sopravvivere, cominciarono a capire che era giunto il momento di tornare ad erudirlo, visto che non lo facevano gli altri.
Parrà strano, ma i suddetti caporioni, invece di aizzare contro l'uomo dallo stesso maglioncino girocollo grigio tutto l'anno, cominciarono a spiegare i veri motivi delle magre retribuzioni operaie con l'alto costo della politica, del clero, delle caste, delle mafie, dei parcheggiatori abusivi, tutti sul loro groppone e senza che almeno sentissero il dovere morale di comprare i prodotti nazionali che gli schiavi producevano e da cui ricavavano un tozzo di pane, contribuendo così al crollo degli
ascolti televisivi e del grande fratello.
Mentre i più ammanicati continuavano a circolare con
permessi riservati
ai disabili sicuri di farla franca, gli operai eruditi cominciarono ad organizzare roghi notturni di auto non prodotte in itaja, dapprima in periferia e poi lentamente nelle zone più in, a dispregio delle forze preposte, ma pursempre da loro pagate e fu allora che i caporioni cominciarono ad adattare i loro suv alla nuova situazione......
(continua)