18 lug 2010

Bifidus ar bobbolus

Un sentito ringraziamento a quella parte consistente del bobbolo che con sforzo quotidiano dà il sostegno economico al bifitus e consente ad una favolosa femmina di spaccarci i maroni tutti i giorni, a qualsiasi ora e su qualsiasi canale televisivo.
Grazie a voi anche coloro che non possono permettersi tale sostegno economico, al solo scattare della musichetta e della canzoncina hanno un subitaneo stimolo naturale.
Mi raccomando, di portarne con voi una scorta adeguata, qualora vi doveste recare in posti di villeggiatura sprovvisti.


A tutti gli altri amici virtuali auguro un periodo di riposo più o meno lungo a seconda delle proprie disponibilità finanziarie e se passate da queste parti, potremmo prendere un caffè insieme

13 lug 2010

Consenso


Quanto consenso può riscuotere un uomo di questo tipo in un popolo di mafioncelli beneficiati dal perdono prima confessionale e poi eucaristico ?
Un range dal 3% fino ad un ottimistico 7% ?
Chi potrebbe dirlo, magari con un chiaro e laico programma forse riuscirebbe a riportare alle urne tutti quelli che le hanno disertate, chissà.

09 lug 2010

I sintomi

Molti giovani si chiedono: da quali sintomi posso distinguere l’amore della mia vita, dalla solita storiella scopereccia di pochi mesi ?
1) Chiedete al vostro partner: caro/a quanti soldi hai messo da parte per il futuro della nostra famiglia?
2) Diffidate di coloro che, morti di fame, arrivano a mala pena a mantenersi un hobby a cui non intendono assolutamente rinunciare, anzi tentano di coinvolgervi in esso per giustificarne il mantenimento.
Non programmate 2 cuori ed una capanna, i regolamenti edilizi comunali non lo contemplano, vi butterebbero giù la capanna a meno che non vi facciate affiliare da qualche tribù rom
 Comunque esistono anche le eccezioni, i matti, quelli che a 20 anni quando l’amore colpisce duro, son capaci di tirarsi indietro sul sagrato della chiesa.
  Ma se non si sa riconoscere i sintomi della pazzia del partner, perché si è troppo innamorati, ne’ si chiede consiglio, allora è giusto pagarne le conseguenze !

02 lug 2010

Er taleggio della direzione

Gli affari andavano a gonfie vele, però la mensa in fabbrica serviva solo pasti in piatti dietetici. Per venire incontro alla fame operaia la direzione offrì il formaggio. Se ne poteva prendere una porzione e poi bastava firmare una lista predisposta alla cassa a spese della direzione.
Molti colletti bianchi non ne usufruivano, vuoi per dignità, vuoi per problemi di linea.
Intanto i lavoratori, trascinati dai sobillatori del sindacato, conquistavano tutto quello che fosse conquistabile ed una volta avuta anche la scala mobile, ormai soddisfatti, cominciarono ad abbandonare il sindacato, quasi esso non avesse più ragione di esistere.
Fu allora che la direzione, per ridare forza al sindacato ed evitare derive ed anarchie, interruppe l’elargizione gratuita del formaggio, ma il tutto fu vanificato dall'avvento della globalizzazione e della dequalificazione tecnologica del lavoro manuale: non ci fu più bisogno del sindacato e quanto ai lavoratori ora basta una ciotola di riso per tutti, manager esclusi.