23 dic 2010

Auguri 2010






Auguri a tutti voi ed ai vostri cari, animali inclusi, purchè piccoli e graziosi.


Che il nuovo anno possa vedere il coronamento dei vostri sogni leciti e non.



p.s.  Resistete, sono solo dieci giorni poi arrivo io


17 dic 2010

Siamo tutti quasi tedeschi



La nostra liretta era sempre legata all'andamento del dollaro, un po' come la moneta cinese al giorno d'oggi. Si stampavano tante belle lirette e le si mettevano in circolazione per alimentare l'inflazione su cui è sempre vissuto lo sviluppo economico nazionale. Quando il rapporto con le monete estere si alterava, si faceva la solita svalutazione per ridare competività alle nostre esportazioni manifatturiere ed alimentari. I tedeschi invece, forti delle loro industrie chimiche, farmaceutiche, metallurgiche etc. da sempre potevano permettersi il lusso di mantenere forte il loro marco tant'è che ogni volta che capitavo in germania, mi sembrava tutto più caro.
Con la nostra entrata nell'euro e con la decisione di lasciare la politica monetaria alla germania si sta creando il caso che i nostri prodotti non sono più competitivi e non potendo più stampare moneta per pagare i disoccupati, allora si stampano buoni del tesoro.
Ora è da qualche mese che odo i nostri beneamati media vantare ai quattro venti il fatto che il nostro debito è ben coperto dai risparmi dei cittadini depositati nelle banche e quindi non vorrei che di punto in bianco vi trovaste senza più euri, ma con un bel mazzo di bot al loro posto. Come mai i media insistono nell'indicare a garanzia i risparmi dei cittadini e non le opere pubbliche o le proprietà immobiliari? Certo che chi ha quattro soldi non può investirli in nulla ed allora, non potendoli mettere al sicuro su qualche conto segreto all'estero come facciamo noi caporioni, sarà meglio cominciare a prenderne più della metà, ficcarli in un bel barattolo di vetro e sotterrarli in qualche posto segreto, tanto in banca non vi rendono nulla.
Tutto ciò lo dico qui non perchè oggi sia venerdì 17, ma perchè non posso permettermi di parlare nella mia veste ufficiale per non scendere da quel 56,4 di preferenza che il bobbolo nutre ancora nei miei confronti.


12 dic 2010

Traditori a chi ?



Mamma che facce! Gente mai vista che vive il suo momento di gloria, che a pensarci bene poi, tutte le occasioni son buone per una sana re-distribuzione del reddito, visto che non ci son più principi o principesse che si uniscono col povero di turno per cui è bene che chi meno ha, colga le rare opportunità che gli si presentano.
E sto' ntonio, sempre lì con le manette in mano e poi sta culo e camicia co sti personaggi, ma armeno un'analisi lombrosiana prima di sceglierli sarebbe troppo pretenderla per evitare contagiamenti?
Oppure, come i veri caporioni,  farsi firmare delle cambiali o assegni postdadati o immortalare foto alla corona da stracciarsi al termine della legislatura e chissà quanti altri stratagemmi per garantirsi la fedeltà assoluta il tutto e sempre giustamente per il bene del bobbolo. 
Già, l'analisi lombrosiana, ma allora il capezzolone, i rottelli, i tarattattà e tutti gli altri della cricca dei nullafacenti? Il capezzolone è l'eccezione che conferma gli studi dell'illustre criminologo lui ha sempre rispettato gli impegni presi col suo datore di lavoro di turno, in quanto agli altri si pronuncerà la storia.
- a fracà, però il maiale?
- il maiale anche quest'anno se farà le sante feste coi suoi amici, lui è religioso e alle feste ce tiene e me dispiace se già c'avevate fatto la bocca, accuntentateve de ste sceneggiate, d'artronde ne avevate diritto, co' tutto quello che se spenne pe tenè in piedi sto circo e tutti i suoi carrozzoni, per lo meno finchè continuano ad arrivà i pomodori dalla cina pe' la nostra sacra zuppa quotidiana.
Amen

10 dic 2010

Enzimi

Misteri della mente, chi potrà mai capire l'immensità della memoria umana e quali meccanismi di stimolazione chimica enzimatica siano capaci di riportare alla luce un evento, un avvenimento vissuto. Niente di paragonabile alla memoria dei computer che è fissa ed indirizzabile in ogni momento purchè ben indicizzata. Così, a forza de batti e ribatti su tutti i canali TV che seguo, dimettiti, vatti a dimettere, falla finita, corri dal presidente che è meglio per te, ci hai rotto er cazzo, etc... e la risposta urlata, negativa e straziante del soggetto che si sente tradito peggio di Cesare o del Cristo, mi si è scatenata in mente una visione atroce di quando ero bimbetto si e no di 3 o 4 anni.
Erano i tempi freddi della ricostruzione ed in campagna ancora si allevava il maiale in casa, anche se di contadini c'erano rimasti solo i nonni, chè tutti gli altri erano già riciclati nel processo di industrializzazione. Proprio di questi tempi si ammazzava la bestia, per affrontare con un po' di carne l'arrivo delle feste ed essa non se lo aspettava di certo, così, preparati gli arnesi, mio nonno si recava alla stalla con i volontari e agganciava l'animale con un uncino (
glie ancin) sotto il muso per trascinarlo e mentre tutti gli altri spingevano, mia madre reggeva la coda. Arrivati al posto approntato, con la bestia che urlava in modo straziante, mio nonno gli rigirava un coltellone (glie scannatur) in gola e mia madre continuava a reggere la coda.
Noi bimbetti guardavamo il tutto da dietro i vetri della finestra, perchè allora non c'erano i teletubbies e si doveva imparare presto a vivere, però quant'era giovane e bella mamma Lavinia e quanto impegno metteva nel reggere quella coda per niente intenerita da quelle urla che invece son tornate a risuonare  nella mia mente.
Grazie Gianfrà, per avermi regalato questo ricordo, ah, scusa, in tanti anni che te sei preoccupato de noi sudditi, che te costava de venne la rai, così, tanto per alleviacce da sto sconcio, pazienza sarà pe' la prossima, mo' intanto a noi ce penza er commitato etico de sto cazzo .

03 dic 2010

Lavoro di squadra

Si fa presto a dire lavoro di squadra, team working, working group, crew..., quando si guadagnano venti e passa miliardi delle vecchie lirette annui e si gode il privilegio dei due cognomi e di una folta criniera: bisognerebbe almeno fare dei distinguo.
Ve lo immaginate voi negli ambienti statali?
Si dovrebbero almeno dare degli obbiettivi seri, legare lo stipendio al loro raggiungimento, consentire di scegliersi i compagni di squadra, eleggersi liberamente il capitano. Eliminando quadri e managers di primo livello ci sarebbe la possibilità di premiare i team più efficienti, ma mai tutti, per alimentare comuque quel minimo di competizione.
Io dal lavoro di squadra sono sempre stato fregato, per via di quel carattere che ti spinge a farti carico dei problemi e di trattare gli affari degli altri sempre meglio dei propri. Per non parlare poi di quelle volte che non riuscivi a sgattaiolare e ti toccava far coppia fissa con la collega sposata e con carico famigliare, prontissima nel promettere ed illustrare in tutte le lingue mari e monti ai clienti ed altrettanto pronta poi a defilarsi quando si iniziava a metterci fisicamente le mani sopra. L'unica volta che non rimasi deluso dalla squadra fu quando con peppino, nino, zicchicchi e la spigolatrice girammo in lungo ed in largo l'itaja, ravvivando i sopiti spiriti, infiammando gli animi, risvegliando l'amor patrio, complementari in tutto per una vera squadra vincente, peppino sempre col brando in mano e nino suo fido scudiero, zicchicchi tessitor di segrete trame ed io abile stratega logistico, e poi come è giusto che sia, la spigolatrice a rinfrancar le stanche membra con le sue belle spigolotte al sale, arrosto, oppure lesse purchè accompagnate dalla sua incomparabile maionnese casereccia.   

01 dic 2010

Nubi mattutine

E' crollato er Dow jones
ed er Nasdaq nun è che stia troppo bene
speriamo che mo' er petrolio
armeno me se mantiene

26 nov 2010

Sanatorie e lobbies

Frutto delle innumerevoli pressioni si è ottenuto lo sdoganamento del mezzo meccanico, per ora limitatamente a quello non lubrificato, per mortificare almeno un po' la carne ed evitare l'esplorazione di percorsi alternativi bui e perniciosi.
Si spera che la norma sia retroattiva, come già accadde al divieto di mangiare carne di venerdì, in modo da svincolare dalle fiamme dell'inferno tutte quelle pecorelle che avevano trasgredito per necessità contingenti od almeno per coloro che già avevano ottemperato all'ordine del crescete e moltiplicatevi per lo meno due volte.
Amen.


Agg. 26/05/17    il link che non funziona più nei commenti

23 nov 2010

Edizione straordinaria

Colpito dalle ultime vicende, dedico questa edizione straordinaria alla donna ministra che ha avuto la forza di lasciare la poltrona (lei dice).
Brava, bravissima, alla faccia di tutti quelli che t'hanno trattata con sufficienza e con quello strano sorrisetto sulle labbra.
Ci voleva una donna e del tuo calibro per dare un esempio alla gente che ancora sa usare la propria testa. Se lo avessse fatto a suo tempo quello che sciorinava lenzuolate di cose buone e che nessuno se lo cagava sia dalla sua che dall'altra parte, forse oggi sarebbe stato più credibile, o la sua collega, quella dell'intramona, che grazie a lei, oggi, o paghi o aspetti un anno per un controllo della vista.
Però poi quello che conta è il bobbolo ed il bobbolo non ha memoria, te lo devi conquistare giorno per giorno, con la barzelletta, la pacca sulla spalla, il balletto al circolo degli anziani ed è per questo che i paraculi staranno sempre a galla. Tutto sommato potevi restarci anche tu sulla bella poltrona, tra la bella gente e stringendo i denti avresti potuto difenderci meglio da infiltrata.
Ad ogni modo, un grazie di cuore da noi randagji, per aver usato correttamente l'immunità, non per quel vajasse o vajassi dal culo spalmato di colla con cui colpire i giullari, ma per quell'altra espressione "guerra per bande" molto più adeguata ai veri caporioni.

18 nov 2010

La parola all'esperto

Con gran piacere ed un piccolo sforzo economico ho potuto raccogliere il parere e riporto integralmente l'intervista rilasciata ad una mia collaboratrice dal prof Sellone Ciompi De Petris, insigne economista
- prof Ciompi alla luce degli ultimi avvenimenti che futuro vede per il  bobbolo tajano?
- Ogni popolazione cerca di realizzarsi in base al proprio patrimonio genetico e mai come oggi questo popolo di piccoli mafioncelli beneficiati dal perdono confessionale può ritenersi realizzato. Intendiamoci si fa sempre riferimento alle larghe masse finchè sarà valido il principio che ogni testa vale un voto, incluse monache di clausura, frati e vecchietti dell'ospizio caritatevolmente aiutati qualora avessero la mano tremolante ed è così che questo immaginifico popolo può sognare ogni giorno davanti al televisore.

- prof Ciompi ci dica la sua opinione sull'infausto crollo della domus e la sua soluzione per il futuro
- Condivido le sue supposizioni, ma non intravedo alcuna soluzione per il futuro, in quanto la domus non fa audience, il popolo preferisce la casa ed i suoi degni caporioni lo accontentano. Che share potrebbero avere documentari sulle nostre rovine, sulle vite dei nostri padri? Il caporione, per continuare a vivere agiatamente sulle spalle del popolo, preferisce pagare nani, giullari, anchor men, escort, che danno fumo e sogni alle menti e ne soddisfano il bisogno immaginifico. La soluzione per la buona conservazione del nostro patrimonio archeologico ed artistico è quella di vendere tutto ai cinesi che sarà l'unica razza a popolare questo pianeta e con i soldi ricavati ripianare il deficit accumulato dai caporioni: io ci terrei a morire onoratamente e senza lasciare debiti contratti da altri sulla mia testa. Si potrebbe iniziare gradualmente, magari dandoli prima in gestione con garanzia.
- prof Ciompi il suo parere sulle ultime inondazioni?
- Per fortuna
non siamo più ai tempi del polesine quando i parroci d'Italia pregavano con i loro fedeli perchè diminuissse il livello e mentre pregavano, a centinaia si scaglionavano lungo gli argini con picconi, pale e carriole, oggi abbiamo abbondanza di mezzi e quel che più conta un grande ottimismo. Le foto sbiadite con migliaia di picconatori veneti che bonificano l'agro pontino non compaiono più nei libri scolastici e fortunatamente sono state rimosse dalla memoria del nostro amato popolo, altrimenti i piani terra delle case costruite su terreni comprati a quattro soldi perchè sotto il livello del mare o perchè franosi dagli amici degli amici che poi li rendono edificabili, resterebbero invenduti e le villette dovrebbero essere edificate su palafitte.
Quindi, siccome l'acqua sospinta dall'ottimismo degli uomini del fare, potrebbe andare in salita, il mio consiglio è di posizionare le vostre aziende almeno quattro metri sopra il livello del mare o dell'argine del fiume se vi siete vicini e non sperare di ricevere soldi in caso contrario, perchè anche se non se ne parla, c'è gente che sta ancora aspettando soldi per alluvioni di 10 o 20 anni orsono.

- prof Ciompi, una parola di speranza alle giovani generazioni che si affacciano alla vita.
- Cari giovani, resistete, perchè ci sono buoni segnali di cambiamento e battetevi perchè in cambio dei soldi che metteranno i popoli civili per salvarvi, ci sia la loro pretesa di amministrare per sempre questa terra martoriata. Anche se non mi sembra più il tempo di lanciare la stampella contro gli oppressori non abboccate al canto delle solite sirene che con la scusa dell'amore patriottico cercheranno senz'altro di restare assise sulle loro comode poltrone.


12 nov 2010

A ciascuno il suo


L'ommo del dire si ritiene indignato per il crollo dell'antico rudere, ma le sue pecorelle hanno ben altri pensieri, tipo arrivà a fine mese o lo zio orco o le mignotte dell'ommo del fare.
Ecco, non mi sembra il caso de liquidà il tutto con un po' di sdegno, io ad esempio mi ritengo ingassato, ma io so io e nun tengo mezzi pe' annà a fondo e risorve la quistione io posso solo fare supposizioni del tipo:
1) suppongo che i soldi ricavati dai biglietti d'ingresso al sito basteranno a occhio e croce a stipendià un 500 persone
2) suppongo che su queste 500 persone 300 abbiano un livello direttivo, 150 addette alla logistica dirigenziale tipo autisti, segretarie, addetti stampa, procacciatori, etc. e i restanti 50, addetti al funzionamento giornaliero del baraccone. E' chiaro che gli ultimi 50 si sentiranno dequalificati e saranno tutti incazzati come belve ed è per questo che qualcuno in alto starà studiando il modo di eliminarli per esternalizzare la funzione a ditte amiche in grado di poter usufruire di contratti a termine o di formazione.
3) suppongo pure che i punti 1 e 2 siano ben chiari all'ommo del dire ed è per questo che io mi sento ingassato.
Lasciamo allora stare l'ommo del dire che nella sua vita ha sempre detto, pur conoscendo il costo delle sue chiacchiere per il bobbolo tajano, ma l'ommo del fare ?
Che niente, niente, per caso, ce stesse a cojonare

p.s. mi scuso con i lettori per la modestia del post dovuta agli scarsi mezzi economici a disposizione, ma ho iniziato una settimana di risparmio per poter ospitare la prossima settimana l'autorevole professor Ciompi ed avere il suo parere sugli ultimi avvenimenti

05 nov 2010

Commannà o fotte ?


Ecco, dicevo, ce vorrebbe una trasmissione, un anchor man pornodidatta, che affrontasse l’argomento.
Non c’è mica solo lo psiconano tra gli uomini del fare ed intervistarne qualcuno, magari a viso coperto, per fargli raccontare di tutti i rospi ingoiati, dei livelli di prostituzione subiti, pur di arraffare l’oggetto rapinato ad un bobbolo bambino.
Questo potrebbe giustificare il pagamento di un canone per la ricezione di onde.
Non si può impedire all’uomo del fare, che, eruditosi dopo tante frustrazioni, diventi anche lui uomo di potere pubblico ed abbia le sue rivalse sempre sul gobbo del famoso bobbolo: è ormai parte del suo dna.
Vedendo la cosa come una forma di redistribuzione del reddito, di questi tempi sempre più concentrato in poche avide mani, se poi l’ommo avesse anche la fissa del fottere, chi potrebbe biasimarlo, probabilmente commannà ed al contempo fottere sarà meglio del solo commannà?
Boh, noi non lo sapremo mai, perchè a fottere, fottemmo sì, ma sempre nel modo canonico che troppo ci premeva essere in regola nel pagamento di tutte le tasse, ma in quanto al commannà, bèh non ci siamo proprio portati e ci viene innaturale, goffo e faticoso.


29 ott 2010

Il piano B

Bisogna porre un limite temporale ai propri sogni ed alle speranze e quindi superati i 30 anni di vita affidarsi esclusivamente al proprio piano B che saggiamente avevate preparato.
- Pensavate in un futuro da aquile? Allora preparatevi anche la possibilità  di poter volare come anatre.
- Credevate di diventare goleadors con guadagni miliardari? Accontentatevi di fare i mediani e restare milionari.
- Avete ormai perso ogni speranza che il principe azzurro o la miliardaria  si ricordino di voi? Abbracciateve quel rospetto che vi segue da anni come un cagnolino e chissà che a forza di baci non si trasformi in principe o principessa, ma solo dopo che vi sarete sposati, perchè chiaramente il vostro piano B deve comprendere un matrimonio vero e registrato in comune.
Ricordateve però che ar giorno d'oggi, passati i trenta, è mejio innammorasse der proprio partner
ed andarci in giro mano nella mano solo dopo che ve lo siete sposato, potrete sempre liberarvene in seguito, ma solo se avete fatto abbastanza soldi da poter evitare inutili dolori.
L'importante è la salute ed un minimo di sopravvivenza economica, quando si ha sete, per essere felici basta una bottiglia di acqua fresca.

p.s. tutto ciò ovviamente non vale per gli avvocati, per i quali c'è sempre la speranza di un buon colpo in un paese così affamato di giustizia  

18 ott 2010

Favole moderne

- Ma che zampette lunghe che hai, zietto bello
- per rincorrerti meglio piccina mia
- Che bocca grande che hai
- per mordicchiarti meglio
- Che manone grosse da contadino
- per strozzarti meglio
... strozz-strozz-strozz-strozz-ahaaargh...
Mentre tutti i narratori di fiabe si erano riconvertiti a questa dura ed odierna realtà per una migliore didattica verso i pargoli, una nuova versione si delineava all'orizzonte, a detta di molti comunicatori o ben pagati anchorman, molto più romantica, umana ed ancor più didattica della precedente. Per non parlare poi delle menti immaginifiche dei vari addetti alla elargizione della giustizia terrena, da secoli capaci di rappresentazioni degne delle migliori sceneggiature.
La favola moderna deve adattarsi a finali diversi dimodochè tutte le classi sociali ne possano far uso per la sana crescita dei pargoli e quindi non biasimeremmo neanche il finale un po' carnerutti_ano che portò alla assoluzione dei coniugi egiziani Youssef e Claire Belawi in prima istanza perchè accusandosi a vicenda non fecero capire chi fosse l'assassino.
Molti i criminologi poco lombrosiani, che pronunciatisi prematuramente, dovranno ora rivedere le loro analisi, ma non le parcelle.



L'anglofonia

Ehèè, quando c’era Lui. Lui sì che ce teneva!
 Era orgoglioso, pretendeva che tutte le parole fossero tradotte nel nostro idioma e così comprensibili alla massa bobbolare.
Fine settimana invece di week end.
Ma in questo prese un grande abbaglio, vuoi mettere chiamarsi Valter invece che Walter?
Urti la suscettibilità dei sudditi urti.
Molto più fini invece gli attuali caporioni:
“gay” invece che frocio, fa sembrare una malattia importata dall’estero e così vai col welfare per non dire nulla, escort per mignotta, writer per imbrattatore o con lo stalking dopo l’outing che si te movi te faccio er mobbing e per rincoionitte poi, poi te passo gratis il reality o la fiction, ma prima te li presento infiocchettati al talk show in cui puoi prenotarti il tuo bed and breakfast quasi cultural-pop ma leggermente trash.
Peccato per l’isola e per il grande fratello, un’occasione di raffinamento mancata, però in compenso ci siamo allineati ed oggi se vediamo qualcuno per terra, continuiamo tranquillamente per la nostra strada, cosa che invece ci faceva inorridire, diciamo fino agli anni settanta.

13 ott 2010

Costo di un bobbolo

Oggi la lettura di questa notizia mi ha messo di buon umore, finalmente un po' d'attenzione ai soldi dei contribuenti, per cui ho pensato di contaggiarvi, fateve una sana e terapeutica risata alla faccia de chi ce vo' male

"La situazione economica del Paese
richiede sacrifici",
ammonisce il consigliere d'amministrazione
Rai Antonio Verro. Che si dice d'accordo
con una nota con la quale la scorsa
settimana il direttore generale di viale
Mazzini, Mauro Masi, annunciava la
volontà di "vigilare sui conti" del Festival:
"Sarò attentissimo - aveva scritto -

07 ott 2010

La patria dei kakki











Cesareo sì, cesareo no
...mo t'ammollo du' pizze..
Ci ho la machina straniera
tubbodisel e quasi suv
Se il lavoro poi qui manca
ascolto sempre la tv
I pomodori pe' la pizza
me li fanno giù in oriente
ed in cambio della salsa

je spedisco proprio niente
Cesareo sì, cesareo no
...se famo du' spaghi
..
So angustiati pe' l'itaja
anche vescovi e sciamani
e restringono la lista
degli ammessi al baciamani

..Sono..Porci..Sti..Romani..
Cesareo sì, cesareo no
...
te ri-ammollo du' pizze..
Se la nave sta affondando
si continua a chiacchierar
che se poi non ti va bene,
puoi ricorre puro al tar
Tu finanzi i tribunali
così Sgabbj va in tv
mentre tu sgobbi da matto
lui guadagna sempre più

Cesareo sì, cesareo no
...se famo du' spaghi
...
Sento un fremito nell'ano
m'ha concesso il baciamano


Omaggio all'uomo invisibile:

In verità in verità vi dico che fino a quando il voto di VOI, che pagate i contributi all'inps e quindi sopportate il peso intero di tutta la nazione sulle vostre spalle, vale quanto il voto della massaia, del vecchietto, di tutto il clero incluso monache e monaci di clausura, dei mafiosi, degli sgrassatori, dei farabutti, dei nullafacenti, dei giornalisti finanziati coi vostri soldi, etc. etc, nulla cambierà per VOI, anzi peggiorerà sempre più perchè LORO aumentano e VOI diminuite.
Costringete i vostri sindacati a battersi per modificare la legge sul diritto al voto, tanto per l'aumento dei vostri salari nun c'è trippa pe' gatti,



03 ott 2010

Edizione straordinaria



Il problema sta a monte, ripeto il problema sta a monte



   In tutti i caporioni passati, presenti e purtoppo futuri, che hanno deciso che in questo paese è giusto che non vi siano asili nido, ma che invece si debbano finanziare, coi soldi dei lavoratori, partiti, giornali, televisioni, clero, esercito di aggressione e quant'altro serva a mantenere il consenso di tutta quella massa improduttiva (quelli che non hanno mai versato contributi previdenziali) che purtroppo ormai è la maggioranza in questo paese. E consentire poi a manager stipendi di 500 volte superiori a quelli dei loro operai e qualcosa del genere  ai politici, alle artiste, agli attori, ai calciatori, alle mignotte ed a chiunque altro riesca ad impressionare la massa compatta del bobbolo di quella gente cioè facimente manovrabile e che la ricerca ha dimostrato paragonabile a bimbetti di 12 - 13 anni.
A che serve gambizzare un poveraccio che fa fino in fondo il proprio dovere dimostrando in ogni occasione di guadagnarsi il suo stipendio? Si ottiene il risultato di vedere raddoppiare le scorte (sempre a spese dei contribuenti) o di creare un martire da potersi spendere nei vari passaggi multimediali.
E' tutto un ripetersi della storia, già si crearono martiri in precedenza e qualcuno prima di morire di vecchiaia ebbe anche il tempo di ravvedersi. Bisogna invece
mirare in alto e cercare di ottenere riforme atte ad evitare per sempre situazioni di barbarie.
Quando è tempo di votare guardate nel programma di una unica pagina di chi votate, se è più lungo lasciate perde, se non trovate l'abolizione di tutte quelle spese inutili di cui sopra, allora statevene a casa e lasciateli decidere fra di loro, i sordi ormai so' finiti e il castelletto si sta sgretolando, quando cadrà, il bobbolo interverrà con la sua solita violenza ed è allora che prendendolo con la mano si potrà
mirare in alto.



27 set 2010

Profumo olezzante

Esulta o bobbolo alla lieta novella ed inebriati del suo profumo.
E si, è proprio così che tornano in mente sprazzi di vita andata, quando bimbetto il mio amato nonno, alla fine del pranzo mi prendeva sulle ginocchia  e mi faceva annusare la tazza del suo caffè: ".. senti il profumo, respira l'aroma che tu sei piccolo e non lo puoi bere.."
Questi media così invidiosi, così precisi, così scrupolosi, parlano di 40 milioni, ma non dicono se lordi o netti, eppure la differenza sarebbe corposa per te o bobbolo, in quanto calcolando il 25% di tasse che colpisce tutte le liquidazioni (anche quelle di 1.000 euri) qualcosina in più tornerebbe anche a te.
Comunque gioisci e spera, o bobbolo, perchè, anche se questi favolosi media foraggiati da esseri superiori fanno finta di scandalizzarsi, dimenticando profumi sopiti dei bei tempi andati od olezzi recenti di capitani coraggiosi, la torta c'è, le regole che gestiscono la tua vita sono chiare, non aspettarti che gli educatori però te le spieghino, datti da fare e la prossima fetta cospicua sarà tua.



20 set 2010

Isterie e rimedi

E' carino e beneaugurante che una figlia prenda le difese del suo ragazzo padre in balia della solita scenata isterico coniugale.
Era giusto passata per un caffè e si parlava del futuro, quando ti piomba in casa come una forsennata la consorte tutta accaldata, indispettita da una panne meccanica, poi magicamente sparita ed insoddisfatta per un trattamento dal parrucchiere, non effettuato come da lei richiesto e poi rivelatosi ben lontano dai risultati sperati.
Ecco allora scattare la figlia in difesa del suo stanco genitore e ribattere urlo su urlo per dimostrare la mia estranietà agli avvenimenti avversi della giornata.
Che soddisfazione!
Certo la giovane ha molta più esperienza nel poter giudicare e quantificare la stronzaggine di un uomo ed in effetti riesce sempre a sovrastare la vecchia. Lei però ignora che tra me e sua madre c'è un accordo di tanti anni orsono in cui l'autorizzavo in qualsiasi momento difficile a potersi sfogare su di me ed addirittura in situazioni imbarazzanti affibbiarmi  sempre la colpa e defilarsi con la classica frase "è tutta colpa di quel porco di mio marito".
Credo che prima o poi dovrò svelarle questo segreto che potrebbe contribuire a stabilizzare i suoi rapporti verso l'altro sesso, sono cose che aiutano a passare la giornata ed assolutamente necessarie all'equilibrio femminile.

13 set 2010

Fare quadrato

Le cose vanno male ed il bobbolo abbandonato a se stesso dal silenzio dei caporioni, non comprende.
Bisognerebbe farla finita co sta mania de comprà robba estera e poi lamentarsi che qui da noi gli operai vengono licenziati e dopo di loro anche i vari precari.
Prendiamo ad esempio l'auto, io capisco che quel 10% di compaesani, che vuole distinguersi e far sapere che ha il grano, si compri vetture di lusso e di un certo prestigio, ma tutti quei morti di fame del restante 90%, che comprano utilitarie estere non mi vanno proprio giù, che poi si lamentano pure, perchè togliendo le chiavi dal cruscotto gli restano accese le luci e scaricano la batteria.
Insomma sta povera fiat ha si è no' il 20% del mercato qui in taja, e solo con modelli di bassa cilindrata (modelli che rendono poco) e quei teste de cazzo dei nostri caporioni fino a ieri finanziavano persino la rottamazione dell'auto, arricchendo le marche estere.
Capisco che quei miseri lavativi, sabotatori ed assenteisti di operai ve stanno sur cazzo, speciarmente a voi che avete un impiego statale e che gravate sulle loro spalle, ma in mezzo a loro c'è pure tanta brava gente e se non capite che non è più tempo ormai di cazzeggiare e nessuno si affaccia dallo schermo televisivo o da qualsiasi altro pulpito a spiegarvelo, beh allora dovreste aprire un po' il cervello, perchè qualcosa di duro sta poggiando sul fondoschiena di noi tutti e, mentre chi viaggia con la scorta continuerà a farlo, noi come sempre dovremo vedercela tra di noi.


06 set 2010

Orientamenti

Sono di sinistra, fin da bambino sono sempre stato orientato a sinistra. Mio padre era di sinistra, mia madre, fervente cattolica, era convinta che il suo sentimento d’amore verso gli altri fosse ben rappresentato dalla sinistra democristiana. Via via che crescevo ero colpito da tutto ciò che fosse o venisse da sinistra, un vero uomo di cultura insomma.
Mi convinsi presto che la mia donna ideale dovesse essere per forza mancina, mi misi in caccia, la trovai e la sposai.
Per tutti questi anni sono giaciuto accanto a lei sempre alla sua destra, come in foto, cosicché nei palpeggiamenti abbiamo potuto usufruire della nostra mano preferita con reciproca soddisfazione.
(Giov. only)
Gli orientamenti, a saperli sfruttare danno le loro piccole soddisfazioni, basta accontentarsi.

31 ago 2010

Il Caporale erudito

Quando parla si aiuta sempre con le mani, gesticola, te le posa sulle spalle, se per caso sei dell’altro sesso, scende lungo il braccio fino a prenderti la manina e poi, tempo un paio di giorni scende anche più giù, massaggiandoti i glutei. Il Caporale nella sua lunga vita, vista la facilità di relazionarsi, ha fatto una grossa lista di amicizie di gente come lui.


Che te serve?.........   


Conosce gente dappertutto, ar comune, all’enel, ar gasse, alla regione, alla provincia, all’ospedale….
Ahoo, niente de illegale è, parliamoci chiaro, quarche cenetta, bijetti pe' lo stadio, na' gitarella fori porta, l'abbacchietto pe' pasqua, mazzi di fiori, potrebbe entrare in politica, ma lui i politici li odia: troppo schiavi del bobbolo.

Il caporale è una risorsa per tutti, amici e parentado, guai a non averne uno a portata de mano, specialmente qui da noi, nella vecchia tajia.

24 ago 2010

La donna e il mare

Lo sogna tutto l'anno, lo prepara e quando arriva accosta il suo lettino a riva, stende il telo, si spalma e si stravacca a cianche larghe, badando bene a rigirarsi a tempo per la giusta grigliatura.
La simbiosi totale però avviene nell'acqua, purchè sia calda ed è lì che la sua fisiologia barchetteggiante la spinge ad andare per rinfrescarsi o svuotare la vescica, per poi tornare ridente e beata, occhialoni scuri al suo lettino e sdraiarsi continuando a sognare, sognare, chissà che cosa.
Poi la festa dello shopping, il contatto continuo coi vu cumprà, coi gioiellieri milanesi dal reddito di 10.000 euri l'anno ed ormai tutti sparpagliati sulle coste, vestiti da indiani, pakistani, afroindiani ad offrire affari strabilianti in anelli, orecchini, collane, braccialetti, cavigliere in opale, ametiste, malakite, lapislazzuli, radica di smeraldo, rubino, topa di zio, etc.. Una vera gioia per i suoi occhi di consumatrice esperta e targhet unico di tutti i marpioni addetti al marketing.
Le più felici però, ancora presenti ma sempre più rare e quasi in via di estinzione, le riconosci per quel tatuaggio un po' nascosto dall'orlo del costume sulla coscia o sul seno, che sembra tanto un piccolo coccodrillo arrotolato ma con quei due punti più o meno rossi dovuti alle sporgenze dei canini e che ad uno sguardo più attento ed accurato ti danno la certezza che non si tratta proprio poi di un tatuaggio.


16 ago 2010

Sofferenze

Nessuna pietà per questo povero bobbolo ed appena uno mostra un ravvedimento, un dissenso dal solco tracciato dal condottiero della provvidenza, ecco là che viene smerdato dagli impavidi media, senza un briciolo di pudore per la sofferenza inferta agli ideali di un bobbolo fremente.
E che volete che sia un appartamentino sul monte Carlo, una ferrari o una misera società off-shore, quando che gli immaginifici ne hanno a centinaia senza che il bobbolo ne abbia a soffrire, per caso non vi aveva già guardato Lui fisso negli occhi ed incitato a scagliare la prima pietra?
Finalmente un vero porco, un professional è sceso in campo e si è impossessato del porcile ed a poco a poco di tutta la fattoria ed ancora c'è chi gli vuole fregare il posto.
Un misero appartamentino che una qualsiasi misera contessa o popolana può agevolmente guadagnarsi a colpi di bernarda da uno o più porci riuniti in camere uniche e poi farne quel cazzo che più gli aggrada.
Sistemata la faccenda poi bisognerà dare più spazio al Capezzolone per riconciliare i più ostinati, i più duri di comprendonio, quelli che come ai tempi del decisionista si fecero sfuggire qualche lagrima nel vedere che brutta fine avevano fatto i loro ideali.
E che cazzo gianfrà e poi non venirmi a dì che non ti
avevo avvisato.

11 ago 2010

Rinsaldamenti


Anche quest'anno, grazie alla stagione balneare, abbiamo potuto rinsaldare il nostro lungo rapporto coniugale:
ci siamo spalmati complicitamente vari flaconi di creme pre e dopo solari

18 lug 2010

Bifidus ar bobbolus

Un sentito ringraziamento a quella parte consistente del bobbolo che con sforzo quotidiano dà il sostegno economico al bifitus e consente ad una favolosa femmina di spaccarci i maroni tutti i giorni, a qualsiasi ora e su qualsiasi canale televisivo.
Grazie a voi anche coloro che non possono permettersi tale sostegno economico, al solo scattare della musichetta e della canzoncina hanno un subitaneo stimolo naturale.
Mi raccomando, di portarne con voi una scorta adeguata, qualora vi doveste recare in posti di villeggiatura sprovvisti.


A tutti gli altri amici virtuali auguro un periodo di riposo più o meno lungo a seconda delle proprie disponibilità finanziarie e se passate da queste parti, potremmo prendere un caffè insieme

13 lug 2010

Consenso


Quanto consenso può riscuotere un uomo di questo tipo in un popolo di mafioncelli beneficiati dal perdono prima confessionale e poi eucaristico ?
Un range dal 3% fino ad un ottimistico 7% ?
Chi potrebbe dirlo, magari con un chiaro e laico programma forse riuscirebbe a riportare alle urne tutti quelli che le hanno disertate, chissà.

09 lug 2010

I sintomi

Molti giovani si chiedono: da quali sintomi posso distinguere l’amore della mia vita, dalla solita storiella scopereccia di pochi mesi ?
1) Chiedete al vostro partner: caro/a quanti soldi hai messo da parte per il futuro della nostra famiglia?
2) Diffidate di coloro che, morti di fame, arrivano a mala pena a mantenersi un hobby a cui non intendono assolutamente rinunciare, anzi tentano di coinvolgervi in esso per giustificarne il mantenimento.
Non programmate 2 cuori ed una capanna, i regolamenti edilizi comunali non lo contemplano, vi butterebbero giù la capanna a meno che non vi facciate affiliare da qualche tribù rom
 Comunque esistono anche le eccezioni, i matti, quelli che a 20 anni quando l’amore colpisce duro, son capaci di tirarsi indietro sul sagrato della chiesa.
  Ma se non si sa riconoscere i sintomi della pazzia del partner, perché si è troppo innamorati, ne’ si chiede consiglio, allora è giusto pagarne le conseguenze !

02 lug 2010

Er taleggio della direzione

Gli affari andavano a gonfie vele, però la mensa in fabbrica serviva solo pasti in piatti dietetici. Per venire incontro alla fame operaia la direzione offrì il formaggio. Se ne poteva prendere una porzione e poi bastava firmare una lista predisposta alla cassa a spese della direzione.
Molti colletti bianchi non ne usufruivano, vuoi per dignità, vuoi per problemi di linea.
Intanto i lavoratori, trascinati dai sobillatori del sindacato, conquistavano tutto quello che fosse conquistabile ed una volta avuta anche la scala mobile, ormai soddisfatti, cominciarono ad abbandonare il sindacato, quasi esso non avesse più ragione di esistere.
Fu allora che la direzione, per ridare forza al sindacato ed evitare derive ed anarchie, interruppe l’elargizione gratuita del formaggio, ma il tutto fu vanificato dall'avvento della globalizzazione e della dequalificazione tecnologica del lavoro manuale: non ci fu più bisogno del sindacato e quanto ai lavoratori ora basta una ciotola di riso per tutti, manager esclusi.

26 giu 2010

Tracce e promozioni

Ogni anno la lettura delle tracce ministeriali mi riporta alla mente quella che scelsi tanti anni fa.
Allora, potevi starne certo, che un big tipo Dante, Manzoni o Leopardi era sempre presente e quindi dava a tutti l'opportunità di cavarsela abbastanza dignitosamente. Io ricordo che scrissi le solite due mezze paginette protocollo nell'arco di due ore con la mia solita calligrafia ritta e fitta e poi mi soffermai a rileggere ed a scribacchiare per non dare impressione di superficialità alla commissione ed aspettai e consegnai almeno dopo una decina di compagnetti.
Urca, avevo già una certa cognizione di psicologia delle masse.
Ogni anno così rivedo la gioia del Pucci nello svolgere il suo tema, lui riusciva a scriverne 8 di pagine e se non fosse per il tempo, anche di più. La sua scrittura tondeggiante, il suo animo da poeta: chissà cosa avrà fatto poi da grande nella vita di tutti i giorni il Pucci ? Ci si chiamava per cognome perchè abitavamo ai lati opposti della città e si era solo compagnucci di classe, un animo gentile che mi copiava di sua mano i testi delle canzoni inglesi da strimpellare ecco perchè conoscevo la sua scrittura, all'epoca non esistevano le fotocopiatrici.
Se fossi stato diciottenne oggi, per cavarmela, sarei andato anch'io alla ricerca della felicità, non quella del ragazzo padre del film, ma piuttosto questa molto più attuale per i nostri tempi 

22 giu 2010

Pene d'amore





Non si sa quante ragazze dopo aver gettato ettolitri di lagrime chiudono il loro spazio su splinder e magari passano su un'altra piattaforma, quante invece continuano ad inveire contro i loro ex, che belli lisci ed abbronzati sfoggiano la loro gallinella fresca di turno e quanti invece, poverelli, che ogni mattina si recano al lavoro per provvedere ai bisogni della famiglia, si lamentano della loro triste condizione che magari un bell'amorevole estemporaneo  pompino mattutino avrebbe senz'altro potuto migliorare.
Allora, cosa volete che siano le vostre begucce di fronte allo struggevole dramma ed alla poesia di questa canzone che si perde nel buio di una notte sorda ?
Un futuro che poteva esserci e che invece non è stato e per colpa di chi ?
Ma non lo sapevate che 
"..... tutto ll'ammore 'e nu turmiento antico....." e, anche se tutti i cantanti saltano questa strofa, il maestro la scrisse ed è sempre lì.

16 giu 2010

Vuvuzela

Ordegno pubblicizzato dai media ed alla portata di tutti, un po' come lo furono l'hula hoop, lo yo-yo, i tattoo etc.. altamente penetranti nelle fantasie.
La vuvuzella costituisce un regresso nell'evoluzione bobbolare, un altro elemento demarcatore tra umanoidi ed umani ?
C'è chi dice di sì visto la bassa tecnologia contenuta e la facilità d'uso, rispetto alla tromba a bomboletta, ma c'è invece chi dice di no ed è convinto che la vuvuzella è basilare nel convertire il bobbolo ad una sana coscienza ecologica.
Io mi limito a consigliarne l'uso negli appositi luoghi preposti, onde evitare beghe condominiali ed eventuali incresciose suonatine contro natura.


Approfondimento              German             Aficionados

12 giu 2010

Musei e liberazione

Un museo per la liberazione dovrebbe comprendere le storie di tanti esseri che un destino crudele prima unì e poi per la loro gioia separò impietosamente, oppure i racconti di tutti quelli colpiti nella funzione vitale della defecazione ed invece cosa contiene ?
Beh potete vedervelo da voi sul
web o sul rieduchescional ciannel della rai.
Un bobbolo di memoria corta, che non sa eliminare definitivamente con leggi chiare i possibili attacchi alla sua democrazia, un bobbolo di poeti e di piccoli mafioncelli beneficiati dal perdono confessionale, che ha bisogno di farsi liberare da gente di buona volontà ogni tanto nella propria esistenza comincia a stancare e per questo mi auguro che alla prossima liberazione venga colonizzato e civilizzato di modochè non debba continuare ad allestire musei con le facce dei suoi amati caporioni che ogni tanto liberamente si elegge per poi rinnegare solo dopo il disastro.

08 giu 2010

Sani rapporti famigliari




Ecco qui, prendi la busta,  vai in tintoria e digli che devono farli bene e con urgenza.

Allora ecco qua lo scontrino, totale 9 capi:
7 pantaloni femminili
2 pantaloni maschili

Venga pure sabato prossimo a ritirare, grazie






04 giu 2010

A macellariiiii

Ma è mai possibile che non capite, che quando vi si rompe il rubinetto dell'acqua e l'idraulico vi chiede 150 euri, voi dovete sentire l'obbligo di dargliene 180 e farvi rilasciare regolare fattura dei 150 + 30 di IVA ?
O addirittura alcuni  fanno intervenire artigiani extracomunitari nell'intento di cavarsela con soli 100 euri per rubinetto e mano d'opera ?
E continuiamo a fare i furbetti, continuiamo a farci del male, è chiaro che poi si diventi macellari, cercando il risparmio dal meccanico, dal ristoratore e via via sempre più sù arrivando alle alte sfere del dentista o dell'avvocato.
 E noi qui che ci ammazziamo di lavoro per il vostro bene ed addirittura per non farvi sottomettere e rendere schiavi dai vostri nemici investiamo
38 miliardi di $ annui
, ma chi ce lo fa fà, razza di sovversivi ed ingrati

31 mag 2010

Privazioni

E' mai possibile che per qualche nano tracotante tra cui uno, definito addirittura mafioso da un suo compare di merenda, che si ostina a non usare i pizzini, tutto un valoroso bobbolo debba essere privato della gioia di leggere sui giornali quelle belle e gratificanti vicende che illustrano ampiamente la valenza morale dei suoi caporioni?
Un bobbolo già duramente colpito nei suoi affetti più cari dalle politiche dissennate di gente senza futuro che, facendo finta di preoccuparsi delle tette o degli occhi dei suoi cuccioli, nella pratica ha affossato definitivamente la famiglia particolarmente nelle classi più deboli, anche se in quest'ultima operazione, noi che abbiamo educato questa generazione di consumatori egoisti, ne siamo stati i complici consapevoli.
Poverello però sto nonnetto, mai avrebbe creduto, dopo tanti anni di pacifica convivenza dei suoi predecessori, sigillata da baci in bocca e partecipazioni matrimoniali, mai avrebbe creduto di doversela vedere con qualcuno più stronzo e più immaginifico di lui.
Staremo a vedere, al momento contentiamoci di finanziare questo bel balletto, peccato però per quel retrogusto di sottoaceti bocciato dai suoi più grandi esperti di culi-n-aria: che sarà proprio questa dissonanza a disamorare un bobbolo tutto ?
Auguriamocelo.


24 mag 2010

Cani sciolti e non

Il cane sciolto paga tutto in prima persona: la mancata frequentazione della parrocchia da bambino, della sezione del partito da giovane, della sede del sindacato o della giusta associazione da adulto.
Lungi da lui l’idea di una leccatina al potente di turno, al superiore e a chicchessia da cui poter trarre un vantaggio personale 
Egli sa che tutto ciò che possiede se lo è dovuto conquistare faticosamente con le sue forze, con la sua bravura e tutto questo per rispetto ai suoi geni congeniti di cane sciolto: per intenderci, egli è come una donna senza tette, non entrerà mai in alcuna camera dei bottoni.
Il cane sciolto è molto odiato dai caporioni e di questo ne va fiero.

Il timido, suo malgrado, per i comportamenti simili, viene considerato dai caporioni alla stregua del cane sciolto ed è per questo che ne soffre, i suoi geni sono diversi e non ci tiene ad essere odiato.
Ecco perché il timido dovrebbe farsi adottare dal cane sciolto e tentare col suo aiuto di modificarsi, in modo da trarre sufficiente appagamento dai suoi atteggiamenti.
Ma vi pare giusto che oggi, sia il timido, che il cane sciolto, possano dormir  tranquilli e che i loro stipendi non saranno tosati (?) come quelli di coloro che lavorano 24 ore su 24 mettendo a repentaglio la loro vita e qualcuno anche la faccia, per il bene della nazione e del bobbolo suo tutto ?



ndr:   titolo reperito dal web:

17 mag 2010

La patria del dritto

Potevasi nella patria del dritto ignorare un argomento così remunerativo come la dispersione delle ceneri ?
Dopo lungaggini ponderate dalla paura di perdere
il business cimiteriale, i vari comuni emanano regolamenti su regolamenti  varie regioni legiferano, ma quello più interessante secondo me è ciò che ha stabilito Trieste :
praticamente si è rispolverato uno dei pilastri della nostra giurisdizione latina:
"Si vis vivere contentum, noli pisciare contra ventum...!"

dando così l'opportunità al solito zelantone cui sta a cuore  profondamente la salute del suo bobbolo di mettersi in luce inserendo al paragrafo 4 il comma 2:
"Noli mingere contra ventum sine ullo paravento...!"

10 mag 2010

Quaquaraqua

E' pagato dal bobbolo per affacciarsi al balcone mediatico e predicare ed in compenso ad ogni fine mese il suo conto in banca incrementa lautamente: è molto amato dal bobbolo a differenza  del prof Ciompi.
Ad esempio si scaglia contro i caporali che per 5 euro trasportano per chilometri i lavoratori per stradine scarrupate andata e ritorno sui loro pulmini e, supponendo che abbiano spazio per 10 lavoratori, introitano 50 euri al giorno tutto compreso, benzina, assicurazione, manutenzione, ammortamento capitale e stipendio autista.
Al quaquaraqua di turno non sfiora proprio il cervello di comprarsi un pulmino e mettersi a trasportare i lavoratori a 3 euro per far fallire il solito caporaletto di turno, lui si affaccia al balcone, predica e poi chi vo' er cristo se lo preghi.

05 mag 2010

Er tormentone

E' diventato il tormentone di tutti i comici stipendiati dai media:
"Non posso avere il sospetto di abitare una casa non pagata da me......"
"Non potrei mai abitare in una casa comprata con i soldi di altri......."


E lì er bobbolo giù con delle crasse risate.

Ma che cazzo ce trovate da ride, massa de sottosviluppati cranici
E voi, dispensatori della satira ben pagati dai media, che vi tacciate da Robin hood, perchè abbrutite così questo povero bobbolo dalla memoria corta, perchè non cercate con la vostra satira di far conoscere al bobbolo quello che i media non dicono?

Magari sfotteteli per aver rinunciato a 1.700.000,00 euro, oppure per essersi ridotti lo stipendio da 10.000,00 a 2.500,00 euro, consentendo la creazione di qualche posto in più negli asili nido, ma parlatene, fate circolare la notizia che c'è qualcosa di nuovo, criticateli, prendeteli in giro, perchè il bobbolo vive solo di televisione e neanche pensa che ci potrebbe essere un cambiamento, una speranza.

03 mag 2010

Fashion and shopping addicted


Be cool, abbi sempre un tocco glam e ricorda che la birkin è di Hermes, mentre è impossibile trascurare must come la borsa peekaboo o il piumino bady blu la 2.55 e la coco cocoon.



In casa di amici ti vedo meglio con un paio di baggy e lascerei bloomers, hot pants con ta
nk top, open toe ed un choker per le serate al mare.
Non dimenticare di star comoda ed adeguata al supermarket con jumpsuit o one-piece e strapless con see through o cut out su mary jane oppure un bel wrap dress sempre su mary jane.



Questo blog si è finalmente deciso al grande passo per riuscire a sopravvivere e restare sempre cool ed adeguato ai tempi imposti dall'international relooking



(mutanda)

27 apr 2010

Baruffe chiozzotte

So’ de na comicità unica ste’ marionette gattopardesche.
Per fortuna che li sordi so’ finiti e quindi de danni ne ponno fa pochini: è solo ammuina, fumo all’occhi der bobbolo pe’ tenello bono.
Eppure certe riforme nun costerebbero, sì, ma poi se na causa civile durasse meno de vent’anni o se ce fusse er federalismo come magnerebbero li avvocati o li amministratori pubblici der sudde?
Sembra che solo a Roma ce sieno più avvocati che nella Francia intiera e se nun vai dall’avvocato anche per un fanalino o na tamponatina, l’assicurazione nun te se caca de pezza. 
Gli anchor men ce sguazzeno, te porteno in trasmissione le mamme che nun ci hanno 1 euro pe’ paga er pasto alli pargoletti e le additano ai politici, ma nun ne trovi uno che c’abbia la soluzione, uno che rinunci a qualcosa per devolverlo agli altri, anzi so proprio quelli che dipendono dal pubblico e che se aumentano ad ogni anno le prebende che più si scagliano contro le istituzioni, i sindaci, i presidi, manco se questi fossero gesùccristi da potè mortipricà co’ no sguardo i pani e i pesci.
A Gianfrà, statte accuorte, alla prima che me fai te licenzio e te ne vai.


24 apr 2010

Il GURU 2^


Contrordine compagni el guru nun cell’ha più molto duro.
E’ duro da credersi, perché se anche i guru cominciano a defajiare figuriamoci noi miseri mortali.
Sarà difficile comunque convincere i giudici, perché anche se ci fossero defaiances psichiche o millantato credito guresco, è ben risaputo che la chimica è pronta a dare il suo aiutino ed allora occorrerebbe anche dimostrare la totale allergia per la sostanza  magica.
Sarebbe stato meglio stringere i denti e tenere alto l’onore della categoria il bobbolo ha sempre bisogno di certezze, per lui un guru è un guru e lo deve avere sempre duru.

21 apr 2010

La greppia


55 hanno già firmato e 75 no (c'è chi dice 74), il tutto nell'interesse del benamato bobbolo.
Ammazza quanti so', però: alla faccia del pil in calo

19 apr 2010

Le giustizie

Sembra che nella giustizia terrena i soldi siano considerati materia di scambio per avere riscontri positivi nella società.
Speriamo non accada altrettanto per la giustizia divina e che i generosi lasciti siano considerati piuttosto un’aggravante sia per chi li fa, che per chi li riceve.
A proposito de materia de scambio, semo a-ritornati di nuovo Noi a magnà e se per caso
aveste da sistemà qualche brava ragazza volenterosa e piena di entusiasmo de volè fa’, parlamone pure, in pvt però o sulla sim svizzera.
Nun vurei che ce intercettassero.
Er bobbolo nun tollera raccomandazioni che non siano per il proprio cerchio famigliare.

12 apr 2010

L'incubo

Quanto mi eccitava quella smorfiosa del banco avanti con le treccette bionde  e gli occhiali, un po' grassoccia  e quella bocca poi, era un po' che la puntavo senza successo a parte qualche merendina e i 10 euri mensili, ma quel giorno ero pronto a tutto per ribadire chi fosse il capo lì dentro, tanto c'era quer rincojonito del de rosa co' l'interrogazioni de francese: je suis, tu es......, prendo l'occasione al volo la faccio chinare con una scusa, l'acchiappo pe' le trecce e vai, ormai non sfugge  e poi è timida per urlare per chiedere aiuto, non vuole passare per bambina.....
il a dû faire un grand effort de muscles pour ouvrir le portail entrouvert....
piano piano miglioro la presa, mollo le trecce e la prendo pe' le recchie, ormai è fatta è così soffocata che non può davvero gridare anche volendo...
Je vais, tu vas, il va..... fracatz, continua tu...
fracatz, ma che fai con quelle orecchie sanguinanti in mano?
Sempre con i tuoi scherzi da cretino conclamato, ma io ti metto quattro con tre meno, meno, meno, possibile che non sai mai niente di questa bella lingua, la lingua di Volterre?
Mi sveglio tutto sudato, agitato, dopo tanti anni ancora l'incubo der de rosa con i suoi quattro meno, meno, meno, ma la ragazza che c'entra stavolta?
Ai miei tempi non c'erano classi miste, i maschi con i maschi e le femmine con le femmine, ma allora che ci faceva tra noi quella smorfiosa dalle treccette bionde.... 
Debbo smetterla di leggere i giornali

06 apr 2010

Sesso anale

Nonostante questo blog sia boicottato e l'accesso impedito dai posti di lavoro, per rispetto di tutti coloro, che trepidanti giungono su di esso con scabrose ricerche su Google fatte nei pochi minuti di relax a casa, verificabili nei miei contatori statistici liberamente accessibili e che hanno spinto il valore di queste pagine alla rispettabile cifra di 13.255 Euri, con ben 1,10 punti in metrica sociale, mi vedo in obbligo a riprendere la mia veste di porno consulente mettendo a disposizione il video incriminato, qualora qualcuno dei miei amati lettori non lo avesse ancora visto, perchè fuori d'Italia per lavoro, magari in Texas.
La cosa si è resa necessaria, anche perchè, assistendo ad un tè con burrago a casa di una nostra vecchia amica ho visto che essa, pur essendo di sinistra, avendolo visto in TV  ne parlava in modo sconcertato e con fare disgustato.
Poverina, siamo cresciuti in tempi di inibizioni sessuali e le sue amiche, tra cui la mia consorte si limitavano ad annuire con il capo, senza però sbottonarsi troppo.
A me lì per lì ha fatto un po' pena, ma per rispetto mi sono astenuto dal commentare nè ho avuto il coraggio di parlarne col marito che conosco da trent'anni ormai.
Certo, dover morire così, senza neanche aver provato magari una volta, per curiosità, da ragazza, nel pieno dei pruriti dell'esuberanza ormonale, quando i due corpi e le due anime sono un tutt'uno, a me pare un vero peccato contro natura, ma a volte purtroppo il fato si accanisce con gli umili.


vecchio link, non funziona più

29 mar 2010

Cosa resterà marzo 2010

- C'è ancora da fare
- Il tuo voto fa la differenza
- Di persona, di cosa, di cuore, di parola, di mischia
- La forza della buona politica
- Noi appoggiamo solo i migliori  (?)
- Ti puoi fidare
- Con te
- La mia forza siete voi
- Parla con me
- Uno di noi

Cosa resterà ?
Certo se il bobbolo si fosse battuto per un rimborso elettorale ai solerti cittadini che hanno pertecipato alla riffa, invece che ai caporioni, forse ci sarebbe scappata una pizza per qualche famiglia bisognosa, ma così non saprei proprio cosa dire.