25 set 2009

Liquore santo-comico


Mia madre, donna retta ed onestissima il
signore l’abbia in gloria, me lo ripeteva
sempre:
“Ehè tu povero fijjo mio in testa
nun c'hai nemmeno na goccia de sangue, c’hai solo liquore santo-comico, come farai ad affronta’ lo munno" ?
Glielo aveva assicurato il professore
quando da piccolo, caduto dal seggiolone, fu costretto a farmi un buco nel cranio per drenare l’ematoma:
“Stia tranquilla signora, nun c’è più neanche una goccia di sangue, è solo liquor xantocromico”

20 set 2009

Sursum corda

Esulta oh magnifico bobbolo tajano,
i tuoi caporioni sono riusciti a recuperare
4000 euri, strappando gli orecchini dalle
recchie di un altro grande caporione.
Dice (ma siamo proprio sicuri?): che questo
vippe debba al glorioso bobbolo tajano la modica
cifra di 60 mijardi (vecchio conio), ma a me risulta
che isso fa avanti e indietro tranquillamente per
l’itaja senza tanti impedimenti.


Dice: ma un po’ de sana galera, proprio nooo?
Dice: ma mica è un delinquente, mica è un Al Cappone che ruba con la
pistola in mano…. E poi, la galera, la galera, ma se è già piena de morti
de fame, che te porterebbero sulla cattiva strada: mica è rieducativa!
                         Accontentete oh valoroso bobbolo:

magari l’orecchini vengono battuti all’asta a Napoli e, con l’aiuto
di S. Gennaro qualche caporione della concorrenza senz’altro non se
li farà scappare anche se dovesse rilanciare fino a 50.000 euri.

15 set 2009

Manifestazioni solidali

padagna 

Domenica un gruppo di buon-
temponi a nord, vestiti di verde, 
che da oltre venti anni campa 
agiatamente sulle spalle del 
valoroso bobbolo grazie alle 
sue proclamazioni eclatanti, 
ha voluto ribadire il suo motto 
principale: 

         “Padagna liberapedagnaContemporaneamente in un’altra
località del centro, un gruppo di 
ecologisti, tutti dal pensiero 
verdeggiante, ha manifestato per 
la pedonalizzazione delle città: 

 
 
Pedagna libera

                                                                                                                       
petagna
 Per non essere da meno, alla 
stessa ora al sud, uno sparuto 
numero di persone al verde ma, 
visibilmente obese, manifestava 
per la liberalizzazione delle 
emissioni gassose con folclori-
stiche dimostrazioni e senza 
alcun controllo di legge: 
        “Petagna libera”.

12 set 2009

Grandi enigmi



I MILANISTI PORTANO 
SFORTUNA


 
Questa frase non è diffamatoria,
lo ha stabilito la cazzazione ed 
è riportato sul giornale di oggi.


E poi il bobbolo si lamenta 
sulla inefficacia e la lentezza 
della  giustizia itajana.

 

(Leggo del 11/9/09 pag.2)

9 set 2009

Leaders (caporioni)


Caporioni si nasce ed io non lo nacqui.

Il caporione sa sempre quale deve essere il suo comportamento in ogni occasione, salvo seria smentita il giorno dopo.

Peccato che non sono iscritto al pd ne’ ad altri partiti, avrei potuto così far sapere pubblicamente le ragioni della mia impossibile candidatura al segretariato.


Guai infatti ad auto-proclamarsi caporioni senza averne titolo:


il bobbolo ti scoprirebbe e non lo gradirebbe

il bobbolo è tremendo nelle sue reazioni. 

4 set 2009

La riforma elementare


Prima che termini l’afa di questa lunga estate e con essa i benefici che il caldo apporta al mio cervello, ho pensato di pubblicare questa mia riforma della scuola elementare.

Ad evitare ulteriori confusioni create dalle pseudo riforme precedenti la scuola elementare sarebbe quella che accoglie scolari dai 6 anni in su.


1)     Libertà ai maestri di scegliere i testi scolastici (max 3 ogni anno per un totale di 300 pagine)

2)     Libertà ai maestri di scegliere la cancelleria, i contenitori per il trasporto del materiale didattico, presentando un preventivo spesa ad inizio anno ed un consuntivo spesa a fine anno

3)     Libertà ai maestri di scegliere metodo di insegnamento

4)     Verifiche mensili da parte dei presidi affiancati da 5 volontari probi viri esterni a rotazione (ex insegnanti, ex lavoratori con attestati scolastici) per verificare l’avanzamento culturale delle classi mediante test standard sugli alunni

5)     Verifica finale di fine anno (come punto 4)

6)     Aumenti salariali (o punteggi per averli) ai maestri che con una spesa minore hanno ottenuto i risultati migliori

7)     Niente aumento agli altri

8)     Licenziamento per coloro che non hanno raggiunto il minimo di resa (pochi alunni promossi)

9)     Per gli scolari: distribuzione di medaglie in oro vero. (Questo punto l'ho aggiunto in memoria del maestro Vincenzo Federici, che le distribuiva a sue spese, insieme ad altri piccoli regali).  



Non si può continuare a sfornare dopo 5 anni di elementari, con una spesa pazzesca in libri e cancelleria, dei semianalfabeti, quando una volta con la licenza di 5 elementare si poteva tenere la contabilità (tutta a mano) di una falegnameria.

Bisogna fare in modo che i figli dei morti di fame (eravamo noi con le medaglie al petto) abbiano la sensazione di contare qualcosa, almeno da bimbi e quindi tornino da grandi a sostenere il peso di questa nazione.

Oggi col fatto che si sentono tutti uguali, anche i figli dei morti di fame giochicchiano senza impegnarsi minimamente: pensano, assieme ai loro genitori, che poi da grandi saranno tutti dirigenti, tutti dei Monteprezzemoli  e già rifiutano il ruolo di piccole gallinelle dalle uova d’oro, tanto utili al benessere della nazione.