20 dic 2009

Auguri




Auguri a tutti voi ed ai vostri cari, animali inclusi, purchè piccoli e graziosi.

Che il nuovo anno possa vedere il coronamento dei vostri sogni leciti e non.


p.s.  Resistete, sono solo dieci giorni



16 dic 2009

Le stagioni


Ogni tanto occorre farlo ed allora ne acchiappiamo uno e lo sbattiamo dentro a vita.

Si , ma solo una vorta ogni tanto, er popolo nun po’ mica paga più tasse pe’ mantenelli tutti ar gabbio e poi che cambia, ne levi uno e subito un antro se pija er posto e senza ninnanco ammazzasse fra de loro, je fai un favore de niente ar neo arrivato je fai.

Nun se sconfigge mica così la delinquenza, o mafia se prefferisci, ….c’è troppo poco rischio della pelle nello svorge ste attività de malaffare…, mojiono molti più manovali lavoranno onestamente.

Praticamente sta lotta va a stagioni e mo’ è la stagione bona pe falla, er bobbolo ha bisogno de tanto fumo, pe’ quanto arriguarda le esbrobiazioni però, bèèh su quelle bisogna annacce cauti, chè c’è già tanta esportazione de’ capitali onesti all’estero, se disinvestono puro loro, i mafiosi, poi so’ cazzi.


11 dic 2009

Vaccini e contributi



Mi decido e vado dal medico di base, anche se c’è una fila di gente che esce fin sul pianerottolo, prendo il numeretto e mi metto in paziente attesa.

Mi voglio super-vaccinà, so’ preoccupato, voglio contribuì a smartì le scorte de vaccino comprato.

Dopo due ore:

-          a che casta appartiene?

-          Sono un consulente umanitario globale

-          La suina non è prevista

-          Ma allora, scusa, famme un vaccino normale, ho fatto due ora de fila

-          Ce l’ha sessantacinque anni ?

-          Non ancora

-          Allora nun se po’ fa e poi lei c’ha na salute de ferro

Tentativo di contributo al consumo prontamente rintuzzato, ma allora che fine faranno tutte ste dosi che ci assicurano di aver comperato ?
Mistero italico.


7 dic 2009

U pizzu



Non si è mai visto chiedere un contributo al clero, casomai il contrario, pecunia non olet ed un generoso lascito non si rifiuta mai.

Dice, ma adesso so tutti scomunicati e non c’è lascito che tenga hanno da brucià per sempre ne lo inferno.

Sì, vabbè, ma un lascito è pur sempre un lascito e se devoluto in funzioni solenni e messe, nun se po’ mai sapè, magari può intercede er purgatorio pe’ i più poverelli, quei piccoli mafioncelli che tengono famija numerosa e che s’arrabbatteno pe’ campà spizzettanno er parroco, sparanno, strozzanno e poi magari puro sciojenno, piccola manovalanza insomma.


6 dic 2009

Investimenti



Mettetevi in affari, lo prestate alle vostre amiche e vi ritorna a casa carico di monete

2 dic 2009

Differenze


 Uh quante chiacchiere  per le decisioni  strategiche..........

 Volete continuà a  consumà più de quello  che producete?

 

Ma poi scusate, ma non  la vedete la differenza?                            
soldato di guerra                                                          soldato di premio pace                                          

28 nov 2009

Il peso della civiltà


Inasprite le pene per chi maltratterà gli animali domestici e per chi li ucciderà, la liga riesce ad infilarci un emendamento per far tagliare la coda ai cani da caccia, ma solo fino ad una certa lunghezza diversa da specie a specie, si potrà tranquillamente continuare ad evirare tutti i maschi, come è giusto che sia, ma non si capisce perché sterilizzare le femmine, visto che i maschi sono tutti evirati, boh servirà a dar lavoro ai veterinari.

Ora che le bone leggi so state predisposte e che i bravi manager continuano ad essere pagati profumatamente, resta solo da aspettà che riparta er treno della ripresa ed i primi ad attaccaccese saremo senz’altro noi. Anche se non m’è troppo chiaro la necessità di stipendiare sti grossi manager se poi uno deve da sta ad aspettà er treno

Tutto è sotto controllo, nulla è lasciato al caso e, se si dovesse misurare la civiltà di un bobbolo dal peso dei suoi codici, saremmo ai primi posti.


23 nov 2009

Riforma del pubblico impiego




Non è più procrastinabile la riforma dei dipendenti pubblici, anche se non ho ben capito perché debbano esservi differenze tra dipendenti pubblici e privati.




- Comma 1° 


Chiunque è in ruolo od anche solo consulente esterno a tempo pieno in qualsiasi struttura pubblica, non può avere altri incarichi retribuiti, sia pubblici che privati, sia al nero, pena il licenziamento immediato con perdita del tfr e di qualsiasi altro bonus dovuto che non sia la pensione.


- Comma 2°


Qualsiasi cittadino che, grazie alle sue dichiarazioni, comprovate da adeguata documentazione, riesce a dimostrare un’infrazione al comma 1°, ha diritto a percepire un premio pari al 50% dei soldi risparmiati dall’erario nel licenziamento del paraculo di turno.




E questo è tutto, certo si potrebbe migliorare ed io sono aperto ad ogni suggerimento, perchè non esistono fannulloni, ma solo grandi e piccoli paraculi, che essendo un grande serbatoio elettorale, possono dormire sonni tranquilli, non saranno mai infastiditi dai vari salvatori della patria di turno .




Sarebbe troppo facile che io, pur retribuito profumatamente dal mio padrone per dare consulenze a persone che credono in lui, mi mettessi a dare consulenze per mio conto e magari fregandogli  pure i clienti che lui si è tanto sudati.


Lo posso fare solo qui sul Web, ma in maniera anonima e senza alcuna retribuzione.


17 nov 2009

Cronache romane



Anche quest’anno si replica la farsa sulla fame nel mondo, tutti gli oratori, troppo grassi o lisci per essere credibili, si aspettano che gli altri offrano qualcosa e si riempiono la bocca di grandi paroloni, in attesa di riempirsi poi lo stomaco nei vari ristorantini romani. Il caos del traffico è pazzesco e per fortuna hanno smesso di suicidarsi sotto al metro, altrimenti saremmo al blocco totale

L’unica nota positiva e colorata, l’iniziativa di quel grande mecenate che ha voluto circondarsi ogni sera di uno stuolo di giovani fanciulle, cui ha dato l’opportunità di guadambiare, si dice, 60 euri netti.

Anche qui la solita discriminazione tra i sessi, che d’altronde non mi sento di biasimare:
vuoi mettere quella cosina giovane, fresca, delicata e profumata in confronto di quelle protuberanze pendule?
E poi è stato di una generosità unica, non ha neanche preteso che fossero vergini.


15 nov 2009

Adeguatamente dotati


Giorni fa la solita testa dell’opposizione ufficiosa (retribuita), parlando dalla TV sulla situazione delle carceri, ha detto che è tutta colpa del governo e poi ha tenuto a ribadire che, a causa dell’abolizione dell’ICI sulla prima casa, la situazione peggiora sempre più.

Al che io, che sorbivo il mio primo caffè, gli ho ribadito che magari si poteva migliorare tagliando l’80% dei testina come lui che si occupano di politica qui a bananolandia od al limite se proprio ciò fosse impossibile, diminuire dell’80% gli stipendi di tutti gli addetti. Oppure in subordine risparmiare quei due tremila miliardi di euri che un paese di piccoli mafioncelli spreca per esportare la sua democrazia agli arabi.

Come mai i russi o meglio i cinesi, non sentono la necessità di esportare nulla a gente che non lo richiede?

A me invece risulta che le carceri sono piene di morti di fame extracomunitari e poveri tossicodipendenti (i ricchi sniffano tranquilli).
Allora perché non aprire i campi lavoro per questi poveri disgraziati
e lasciare in galera solo gli assassini ed i banchieri disonesti?

Grazie a queste teste senza idee, che a me fanno veramente paura, il cavaliere può dormire sonni tranquilli e cavalcare altri 10 anni.

Questa è ancora gente che, mentre veleggia cazzando le vele tra una virata ed una strambata sulle loro sudate barchette, vorrebbe il bobbolo tutto in fila davanti la sede dei loro partiti in attesa dell’assegnazione di una casa bobbolare (allora sì esente da ICI), perché la prima casa è un diritto sancito e solo loro ne devono essere i depositari.


11 nov 2009

Messaggi mediatici



Un bobbolo di santi, poeti, trasmigratori, avvocati, etc…, conosciuto intimamente dai suoi media, un bobbolo che accetterebbe anche una diminuzione delle pensioni pur di continuare ad esportare democrazia ……….

Sarebbe così facile spiegare a questo bobbolo, che siccome le entrate ogni anno calano, allora bisognerà calare di conseguenza TUTTE le uscite ed invece no, saranno loro a decidere chi dovrà tirare la cinghia e chi invece no.

Non impressionatevi, comunque, scherzavo, finchè sarò io ad ammenestrare, non calerò mai le pensioni, però cominciate a farci l’orecchio e quindi, mi raccomando, non dimenticatevi di ri-darmi il voto.

Questo, oh bobbolo è l’ultimo ponderato messaggio dei tuoi valorosi media


8 nov 2009

Abbandonati a sè stessi

Non volevo scrivere sulla questione dei simboli, ma sono stato sollecitato dalla strafottenza di chi, appartenendo ad una casta, è convinto che la pacchia possa perpetuarsi in eterno, nonostante ci siano segni continui di recessione economica e di impossibilità per un bobbolo di continuare a mantenere sul suo groppone una marea inarrestabile di incensatori. Riporto pertanto un mio commento effettuato in un altro blog:

" A mio avviso l’evoluzione di un bobbolo dipende tutta dai media, particolarmente quelli televisivi.
Vedi cosa sono capaci di imbastire sulla presenza di una croce?
Croce sì, croce no , ma perchè? Al massimo ci scappa qualche intervista a qualche bobbolano incontrato per strada, ma che abbia almeno un aspetto consono.
Mai che venga fatta una indagine sui paesi cui noi teniamo tanto ad essere paragonati: cosa succede in Francia, in Germania, negli USA, per non parlare poi della scandinavia o la svizzera, insomma tutto l’occidente, visto che facciamo parte con orgoglio di quelli che vanno in giro per il mondo ad esportare democrazia.
Nessun’ accenno invece all’enorme serbatoio di voti portati dal clero e tutti i miseri che riescono a manipolare, agli stipendi che passiamo ai parroci, ai cappellani, agli insegnanti di religione cattolica cristiana, ai sussidi vari come adesso la social card a tutte le suorine di clausura in aggiunta alla pensione sociale, etc. etc. etc.

Se si incomincia dal togliere la croce, poi piano piano saltano anche le prebende e senza prebende come ben si sa non si canta la messa e magari tocca persino alzare le chiappe dalla sedia presto di mattina ed andare a lavorare (sarebbe la fine per la nostra religione cattolica).
Meglio, molto meglio per tutte le caste a partire da quella dei giornalisti, tenere il bobbolo nello stato attuale e farsi una bella risata classificandola come una battuta quella dell’Avvocato che appellava la nostra rebubblica con il titolo di repubblica delle banane."

Nonostante tutti gli onorevoli, i giornalisti, le associazioni che paghiamo ogni mese, si è dovuto spendere un semplice cittadino per andare a chiedere un parere di civiltà ad una corte esterna a quella del valoroso bobbolo ed adesso il povero cittadino ne dovrà pagare oltre che le spese, anche le conseguenze fisiche.

4 nov 2009

L'ultima parola al consulente



I media parlano e svelano al bobbolo che anche le donne amano i trans, ma come al solito lo fanno in maniera vaga. city.corriere.it/2009/11/03/milano/i-fatti/trans-ci-vanno-sia-uomini-che-donne-20573736298.shtml

Essendo l’informazione molto reticente è giusto che voi vi aspettiate qualcosa di più particolareggiato dal vostro amabile e gratuito consulente porno. Voglio perciò specificare, che, mentre per le donne va bene il solito trans, dell’immaginario collettivo, per gli uomini intenditori, nostalgici dei bei tempi andati, ma al contempo esigenti, occorre l’essere perfetto , mentre per gli addetti alle max cariche, o il politico bobbolare, ed il tutto potrebbe essere ufficializzato da unioni di coppia effettuate all’anagrafe civile come avviene negli altri paesi occidentali, senza la necessità di dover ricorrere alle trasgressioni, poi così imbarazzanti, ed andare ad ingolfare i tribunali. Ma su questo il bobbolo non è ancora pronto e poi, senza trasgressione non c'è coinvolgimento.La normale trafila del mafioncello, povero o ricco non conta, ha da essere:
eccitazione – trasgressione – peccato – pentimento – confessione – assoluzione – comunione – lascito generoso – ricongiunzione paradisiaca definitiva


2 nov 2009

Albi



E’ quasi fatta per l’istituzione della corporazione dei buttafuori: finalmente un riconoscimento alla necessità di queste figure professionali ed alla dignità di chi esercita questa attività.

A Roma dopo l’ultima scazzottata del pretoriano che voleva 20 euri dal solito turista giapponese per essersi fatto fotografare al colosseo è tornata prepotentemente in auge l’idea di istituire la corporazione dei pretoriani, perchè come ben si sa, il pretoriano iscritto ed in regola col pagamento della quota annuale, in accordo al suo comportamento deontologico, non può azzuffarsi assolutamente con i turisti.

A mio avviso è giunta anche l’ora di istituire la corporazione dei commentatori professionali il cui albo potrei gestire di persona per dare la possibilità a tanti volenterosi di ricavare sostentamento dal duro lavoro quotidiano.

Il commentatore professionista, dietro adeguato compenso, punge, stimola, sviscera l’argomento, provoca reazioni e riesce a dare nuova vitalità a blog oramai cotti e decotti, facendo intervenire nella discussione fakes, ed utenti immaginari da stabilirsi alla sottoscrizione del contratto di collaborazione.


27 ott 2009

Cambiamento di rotta



Vista la poca impressionabilità dei militanti comunisti sulle tendenze sessuali del genere umano, ora i media cercano di sensibilizzarli sul portafoglio:  ma come, compagni, voi vi fate un culo così per mille euri al mese ed i vostri caporioni se lo fanno fare a 5000 a botta?

C’è qualcosa che non quadra, ma allora, quando avevate l’opportunità di porre un freno a questi mega stipendi che circolano in politica, perché non lo avete fatto, invece di retribuire quel testina che se ne usciva con frasi tipo “pagare le tasse è bello”; peccato che poi molti soldi vadano in puttane.

Comunque non servono i cambiamenti di rotta imposti dal comandante dei media, tanto la regione Lazio l’avevano già persa, concedendo l’ampliamento del 20% solo alle ville mono o bifamiliari, in accordo ai voleri di chi realmente conta.




25 ott 2009

Il cacio sui maccaroni



Sono sempre stato orientato a sinistra per eredità familiare e per frequentazioni culturali, ma in quanto ad orientamenti sessuali debbo dissociarmi dai fatti che crudelmente si abbattono sulla nostra reputazione e, non prendetemi per reazionario, ma nell’argomento ammiro molto i comportamenti e gli ammaestramenti del nostro favoloso leader.

Vuoi mettere il suo sviscerato amarcord per la fighetta giovane profumata e carina in confronto alla trasgressione ed alla depravazione di questi comunisti dissoluti?

Il tutto avviene con la benevolenza di Lui, che, come è scritto, accorso nella pubblica piazza dove il bobbolo aveva trascinato i puzzoni trasgressori e già era pronto con grosse pietre in mano, guardando tutti intensamente e riportando nella mente di ognuno i propri scheletri al grido di “chi è senza peccato scagli la prima pietra” fece tornare la serenità e la pace nella nazione intera.

Intervennero suonatori di chitarre e mandolini ed a Napoli il bobbolo invase i vicoli in sfrenate tarantelle e tammuriate.    


22 ott 2009

Raccummannazione



Grande stupore ha suscitato la scoperta che tutto gattopardescamente procede come sempre.

Oh bobbolo , stupisci!
Non sei tra i 650 fortunati e ti tocca ancora aspettare il tuo turno.

Questo bobbolo di piccoli mafioncelli, beneficiati dal perdono prima confessionale e poi eucaristico, fa ancora finta di stupirsi tramite i suoi degni caporioni che non hanno il pudore di vergognarsi, parlandone con sdegno dal mezzo televisivo.

Ma se ancora siedono sugli alti scranni coloro che potevano contare, grazie ai favori elargiti, su 3 o 400 mila preferenze ad ogni tornata elettorale e per questo blanditi.

Gente che si autocertificava diversa e dalle mani pulite, ma che faceva cadere un governo solo perché perdeva un determinato ministero dove ogni 2 anni si assumevano 5000 persone. Bastava che un giornalista, che si fosse ritenuto tale, avesse analizzato i motivi per cui negli elenchi telefonici o nei ruoli dei vari enti pubblici comparivano 20 o 30 persone con lo stesso cognome.

Adesso questo bobbolo si indigna, ma dove sono le azioni correttive?

Quale partito ha in programma la vendita di tutta la rai, il ritorno della sanità alle vecchie mutue, il limite a 1 max 2 legislature per i professionisti della politica, la facoltà di licenziare per manifesta incapacità i fannulloni e super raccomandati fatti assumere a forza negli enti pubblici….etc (aggiungete a piacere)?

Quale aumento di posti di lavoro nelle attività produttive di un paese manifatturiero con l’euro che vale 1,50 dollari?

Noi, dall’alto dei nostri anni, in questa situazione che definirei mastellottiana, davanti a certe facce indignate possiamo permetterci solamente una risata, anche se purtroppo molto amara.


19 ott 2009

Il Cazzario


Lo gestisce Selvaggia e ci annota tutte le cazzate fatte o dette durante lo svolgimento del gioco di gruppo, che ad ogni weekend libero da impegni, viene effettuato da questa comitiva di amici.

L’ho appreso stamattina durante il mio solito spostamento sui mezzi pubblici ormai frequentati solo da studenti, donne, anziani ed extracomunitari.

Nel mezzo pubblico io cerco sempre una posizione strategica che mi consenta di compenetrare, dai discorsi e dalle telefonate, i desideri, le speranze e le delusioni della gioventù.

Di 20 minuti di spiegazioni, sulle particolarità del gioco, ricordo solo il cazzario, che al più presto adotterò anch’io per annotarvi principalmente le più grosse cazzate della mia vita, già fatte o prossime venture. Anche se, de primo acchito, mi aveva portato alla mente un qualcosa del genere: www.giallochiaro.net/bazar107.htm

(il sito giallochiaro.net ha chiuso, provate qui )

14 ott 2009

I recuperanti
















Ho letto su un giornale che qui a Roma ci sono 250 mila alloggi non occupati e, come ben si sa, nuove licenze edilizie sono rilasciate solo a pochi eletti: non si può mica cementificare tutto il territorio.

Anche la regione, per venir incontro ai lavoratori, recependo il volere del cavaliere, ha subito posto il limite dei 1000 metri cubi e così consente l’ampliamento del 20% solo ai proprietari di ville mono o
al massimo bi-familiari.

Cercando casa per un quasi vip in arrivo, ho visitato centinaia di alloggi, tanto che il numero di 250 mila mi è diventato molto realistico e questi alloggi avevano tutti la luce elettrica ben funzionante.

Dovete sapere che qui a Roma, per disdire la tassa sulla spazzatura, si deve prima far distaccare la corrente elettrica e quindi tutti questi alloggi stanno pagando sia l’ICI maggiorata per casa vuota, sia la tassa di nettezza urbana.

Ma sarà proprio così ?

Per questo, visto la carenza di lavoro sollecito i governanti ad emettere un decreto legge che obblighi i comuni a pubblicare i dati relativi ad ICI e nettezza urbana ordinati per Via, Numero civico e Numero di appartamento ed obblighi gli stessi a ricompensare con il 20% della cifra recuperata i cittadini che segnalino discordanze o anomalie.

Qui a Roma con questa attività, migliaia di famiglie potrebbero superare questo periodo di crisi e quanto a me, mi accontenterei solo della citazione: Decreto Fracatz.

11 ott 2009

Il nuovo che avanza




25 + 21 = 45+1

Un noto giovine, ben favorito dalla sorte e quindi con disposizione di adeguata tutela  legale, potrebbe querelarvi qualora usaste impropriamente il numero composto da quattro decine e poche unità che lui saggiamente ha brevettato e coperto da copyright






                                                         25 +


                                             21 =

                                        -------------

                                            45 + 1

Grazie anche al fatto che la legge del valoroso bobbolo tajano, qualora la giustizia riconoscesse insussistente la querela, non prevede per il querelante a vuoto l’obbligo di risarcire il chiamato in causa con la stessa cifra da lui pretesa od almeno ascrivergli tutti i costi provocati e gentilmente forniti dai contribuenti.

Che delusione per Noi che ponevamo tanta fiducia nei giovani e nelle loro idee     

7 ott 2009

Colpe di un eroico bobbolo

Questo povero e bistrattato bobbolo, che aveva capito che i suoi guai (es.: viaggiare attaccati al tram) erano dovuti alla crescita demografica incontrollata, che si era dato ferree regole di controllo delle nascite, grazie alle quali cominciava a viaggiare seduto sui mezzi pubblici, che aveva risolto (quasi) tutti i suoi casi di bisogno estremo, che si godeva la settimana bianca, le vacanze al mare, la pelliccia d’inverno e l’aria condizionata l’estate,  etc..
Che catzo di male ha fatto per vedersi di colpo respinto ai livelli di sottosviluppo di 50 anni fa e per di più circondato da barboni e morti di fame che il mondo ci scarica addosso grazie alla globalizzazione ?
Ecco pensavo proprio questo mentre guardavo un povero essere umano, un mio fratello, vittima di un coitus non interruptus, di origini afro indo orientali, che si puliva il naso col palmo della mano ed applicava l’abbondante raccolto sullo spigolo di un sedile del metrò. Lo spigolo è la parte migliore per detergersi la mano.
Beh, fortuna per lui che è trasmigrato tra gente più evoluta, altrimenti, come nel 600, proprio nel bel mezzo di un’epidemia influenzale virale, l’avrebbero certamente preso per un saracino untore e sdrumato sul posto!

2 ott 2009

Barriere

Finalmente oggi si è superata un'altra barriera di divisione tra i due sessi: beviamoci su un goccettin, così, tanto per festeggiare.
Grande conquista del gentil? sesso: statisticamente la polizia ha verificato lo stesso numero di guidatori mbriachi sia tra le fimmine che tra i masculi.
Resiste ancora l'ultima barriera: l'istinto di maternità e poi potete tranquillamente andare a farvi fottere su questa valle di lagrime.
Non solo le istituzioni, ma anche il padre bianco nelle sue esternazioni, tralasciano di specificare che certi comportamenti non sono consoni ai morti di fame, ma dovrebbero tornare elitari o solo per vip e barboni, così come lo erano fino a qualche anno fà.


25 set 2009

Liquore santo-comico


Mia madre, donna retta ed onestissima il
signore l’abbia in gloria, me lo ripeteva
sempre:
“Ehè tu povero fijjo mio in testa
nun c'hai nemmeno na goccia de sangue, c’hai solo liquore santo-comico, come farai ad affronta’ lo munno" ?
Glielo aveva assicurato il professore
quando da piccolo, caduto dal seggiolone, fu costretto a farmi un buco nel cranio per drenare l’ematoma:
“Stia tranquilla signora, nun c’è più neanche una goccia di sangue, è solo liquor xantocromico”

20 set 2009

Sursum corda

Esulta oh magnifico bobbolo tajano,
i tuoi caporioni sono riusciti a recuperare
4000 euri, strappando gli orecchini dalle
recchie di un altro grande caporione.
Dice (ma siamo proprio sicuri?): che questo
vippe debba al glorioso bobbolo tajano la modica
cifra di 60 mijardi (vecchio conio), ma a me risulta
che isso fa avanti e indietro tranquillamente per
l’itaja senza tanti impedimenti.


Dice: ma un po’ de sana galera, proprio nooo?
Dice: ma mica è un delinquente, mica è un Al Cappone che ruba con la
pistola in mano…. E poi, la galera, la galera, ma se è già piena de morti
de fame, che te porterebbero sulla cattiva strada: mica è rieducativa!
                         Accontentete oh valoroso bobbolo:

magari l’orecchini vengono battuti all’asta a Napoli e, con l’aiuto
di S. Gennaro qualche caporione della concorrenza senz’altro non se
li farà scappare anche se dovesse rilanciare fino a 50.000 euri.

15 set 2009

Manifestazioni solidali

padagna 

Domenica un gruppo di buon-
temponi a nord, vestiti di verde, 
che da oltre venti anni campa 
agiatamente sulle spalle del 
valoroso bobbolo grazie alle 
sue proclamazioni eclatanti, 
ha voluto ribadire il suo motto 
principale: 

         “Padagna liberapedagnaContemporaneamente in un’altra
località del centro, un gruppo di 
ecologisti, tutti dal pensiero 
verdeggiante, ha manifestato per 
la pedonalizzazione delle città: 

 
 
Pedagna libera

                                                                                                                       
petagna
 Per non essere da meno, alla 
stessa ora al sud, uno sparuto 
numero di persone al verde ma, 
visibilmente obese, manifestava 
per la liberalizzazione delle 
emissioni gassose con folclori-
stiche dimostrazioni e senza 
alcun controllo di legge: 
        “Petagna libera”.

12 set 2009

Grandi enigmi



I MILANISTI PORTANO 
SFORTUNA


 
Questa frase non è diffamatoria,
lo ha stabilito la cazzazione ed 
è riportato sul giornale di oggi.


E poi il bobbolo si lamenta 
sulla inefficacia e la lentezza 
della  giustizia itajana.

 

(Leggo del 11/9/09 pag.2)

9 set 2009

Leaders (caporioni)


Caporioni si nasce ed io non lo nacqui.

Il caporione sa sempre quale deve essere il suo comportamento in ogni occasione, salvo seria smentita il giorno dopo.

Peccato che non sono iscritto al pd ne’ ad altri partiti, avrei potuto così far sapere pubblicamente le ragioni della mia impossibile candidatura al segretariato.


Guai infatti ad auto-proclamarsi caporioni senza averne titolo:


il bobbolo ti scoprirebbe e non lo gradirebbe

il bobbolo è tremendo nelle sue reazioni. 

4 set 2009

La riforma elementare


Prima che termini l’afa di questa lunga estate e con essa i benefici che il caldo apporta al mio cervello, ho pensato di pubblicare questa mia riforma della scuola elementare.

Ad evitare ulteriori confusioni create dalle pseudo riforme precedenti la scuola elementare sarebbe quella che accoglie scolari dai 6 anni in su.


1)     Libertà ai maestri di scegliere i testi scolastici (max 3 ogni anno per un totale di 300 pagine)

2)     Libertà ai maestri di scegliere la cancelleria, i contenitori per il trasporto del materiale didattico, presentando un preventivo spesa ad inizio anno ed un consuntivo spesa a fine anno

3)     Libertà ai maestri di scegliere metodo di insegnamento

4)     Verifiche mensili da parte dei presidi affiancati da 5 volontari probi viri esterni a rotazione (ex insegnanti, ex lavoratori con attestati scolastici) per verificare l’avanzamento culturale delle classi mediante test standard sugli alunni

5)     Verifica finale di fine anno (come punto 4)

6)     Aumenti salariali (o punteggi per averli) ai maestri che con una spesa minore hanno ottenuto i risultati migliori

7)     Niente aumento agli altri

8)     Licenziamento per coloro che non hanno raggiunto il minimo di resa (pochi alunni promossi)

9)     Per gli scolari: distribuzione di medaglie in oro vero. (Questo punto l'ho aggiunto in memoria del maestro Vincenzo Federici, che le distribuiva a sue spese, insieme ad altri piccoli regali).  



Non si può continuare a sfornare dopo 5 anni di elementari, con una spesa pazzesca in libri e cancelleria, dei semianalfabeti, quando una volta con la licenza di 5 elementare si poteva tenere la contabilità (tutta a mano) di una falegnameria.

Bisogna fare in modo che i figli dei morti di fame (eravamo noi con le medaglie al petto) abbiano la sensazione di contare qualcosa, almeno da bimbi e quindi tornino da grandi a sostenere il peso di questa nazione.

Oggi col fatto che si sentono tutti uguali, anche i figli dei morti di fame giochicchiano senza impegnarsi minimamente: pensano, assieme ai loro genitori, che poi da grandi saranno tutti dirigenti, tutti dei Monteprezzemoli  e già rifiutano il ruolo di piccole gallinelle dalle uova d’oro, tanto utili al benessere della nazione.

30 ago 2009

Sogni di gloria



Restare bambini per poterne ancora avere: quanto mi piace il Guzzi 500, da grande ne dovrò avere almeno due!
Invece ancora oggi
nonholamoto10HP,
né l’avrò mai più, ormai.



Ero er mejo motorumorista der muretto,
te indovinavo er veicolo a 100 metri de distanza, te indovinavo:
mo’ arriva un Ducati, mo’ è un Galletto,
na Gilera, questa è na Vespa, questa na Lambretta,
questo è er mejo….. è er Guzzi 500…..,
poi verso a sera: questo è er Solex der sor Arfredo,
che torna a casa dopo una giornata de lavoro alla fornace !

26 ago 2009

La sana informazione


















Capita, che durante i giorni di riposo lontano da casa, uno torni a comprare il giornale, così tanto  per leggersi un po’ di cronaca della sua città e così faccio io: quest’anno solo per una settimana.

Proprio in questa settimana, però,  il glorioso quotidiano della capitale si è scagliato contro la fuga dei cervelli ed ogni giorno discettava su quello che si fa all’estero e quello che invece avviene qui da noi.

Ora questo quotidiano, da anni favorito dal bobbolo perché ne sa blandire pienamente le ambizioni, riporta ogni giorno in prima pagina le banalità di un famoso e miliardario anchor man e le minchionerie di uno dei tanti maghi astro-lungimiranti.

Invece di blaterare potrebbe questo giornale interrompere le collaborazioni suddette e cominciarne una con qualche cervello fuoriuscito, così tanto per iniziare una pratica
 che
potrebbe in futuro essere seguita dagli altri media suoi concorrenti dando  una minima remunerazione a questi poveri cervelli fuggiaschi.

In subordine, per non perdere lettori nel favoloso  bobbolo, lasciare tutto così come stanno le cose ed instituire una borsa di studio, magari intitolata all’anchor man e da questi sponsorizzata in una pubblica sottoscrizione tra i lettori.

.... Per  non parlare poi dei soldi puppati con i finanziamenti pubblici alla stampa....

24 ago 2009

Barlumi di lucidità


- Nino qui o si fa l'Italia o si muore.


- L'Italia è fatta, ora ci dobbiamo fare gl'Italiani.
  

- Samarcanda è con Voi





Col passar degli anni, ormai, queste piccole perle di saggezza che mi balzano in mente, sono per me come le ultime scorregge di un cavallo morto !

14 ago 2009

La corsa all'0ro

La    sta    vivendo     il valoroso bobbolo tajano, che un giorno   sì'   e n'antro pure, se reca ar botteghino e ne esce soddisfatto cor soriso sulle labbra e già mijardario ner pensiero. Basta un tajandino da 1 euro in tasca a trasformà un glorioso bobbolo !
Co sta' storia dei mijardi m'è toccato de riprende e rimbrottà puro la consorte, che sull'onda emotiva ha raddoppiato le giocate, compromettenno er bilancio familiare.
Allora, da parte mia, nun avenno predisposizioni anatomiche atte alla vincita, memore de quello che accadde nella corsa all'oro del favoloso Far West che arricchì i venditori di setacci, picconi, carriole, pale, fagioli secchi ..etc.. me so messo dalla parte della logistica e dei fornitori del sogno bobbolare e me so' comprato un migliaio di azioni della lottomatica.
Mo' speramo che sta sestina resista un altro mese: un po' per allungà er sogno e un po' pe famme rientrà dei 500 - 600 euri buttati dalla consorte (amata e anche relativamente cara) !

13 ago 2009

Corso di inglese gratis 10 (cantare ad alta voce ed imparare a memoria)


Liberate i vostri sogni e lasciatevi andare, prima che finisca
 l'estate della
vostra vita   (ma evitate i botteghini, se potete)

10 ago 2009

Avviso importante



Come promesso, posso aggiornarvi sul post del 17 dicembre 2008

Finalmente è stato partorito il cetriolo, nella calda caligine agostiniana che tutto assorbe e nel silenzio ovattato dei media.

it.reuters.com/article/internetNews/idITMIE5790LO20090810


Ora quando riceverete le bollette astronomiche saprete che sono giuste  e salutari per il valoroso bobbolo tajano, perchè loro so' sempre loro mentre Voi continuate a contare sempre meno di un cazzo

Al limite provate a compilare una supplica e rivolgetela al capo dello stato !



Ringraziamenti















Pozza esse per sempre benedetto colui, colei, che invece di sprecare il tempo a cazzeggiare qui sul web, ci ha regalato questa bella invenzione, questa arma letale, che grazie alla globalizzazione ed agli sconvolgimenti climatici è ormai indispensabile nel nostro ben amato paese. Consiglio di indossare calze bianche per poter snidare le tigri che volano basse e colpiscono i calcagni e poi su su fino alle ginocchia.

6 ago 2009

Premonizione del Gigi (rarità musicali)

Ieri ero fermo su ponte Garibaldi e malinconicamente guardavo scorrere l'acqua del Tevere sotto di me, quando, guarda il caso, mi saluta il Luigi.
Erano anni che non ci si vedeva; come stai, come va come non va:
èèhhhhè.., faccio io, non ci son più le stagioni di una volta e poi con tutta questa diffusione di ottimismo, anche le previsioni meteo devono essere sempre rosee.
L'altro giorno si prevedeva tempo bello qui a Roma, così ho lasciato tutti i pomodori a seccare sull'aia ed invece la nuvola fantozziana mi ha colpito duramente: tutto il prodotto da gettare via !
Poi, grazie al buco dell'ozono, anche quest'anno il raccolto è andato a male !
Il Luigi, vecchia volpe, capisce al volo l'antifona e si dilegua più rapido di un baleno, senza neanche chiedermi notizie di Elisabetta.
Quante emozioni l'estate di questa canzone: preferivo sentirla dal Gino, ma lui aggratis non la da'.

3 ago 2009

L'informazione mediatica


E’ di qualche giorno orsono la pubblicazione dei dati sui redditi che risultano all’ufficio delle entrate tajano. Questi dati hanno riempito di boria noi lavoratori dipendenti e pensionati, anzi, io, guardandomi attorno, mi vedo solo circondato da morti di fame (in teoria 4 su 5 se la passano peggio di me).
L’informazione mediatica taliota però non spiega come tutto ciò sia possibile, nonostante a capo supremo dell’ufficio ci sia uno dei migliori commercialisti e fiscalisti sulla piazza.
Nemmeno suggerisce che, se questi sono i risultati del migliore, tanto varrebbe sostituirlo con un ragioniere che ogni giorno compila la prima nota nel suo ufficio e vede quante fatture di spese personali vanno ad essere scaricate nei registri delle milioni di società  che guarda caso risultano sempre in rosso e quando guadagnano allora il guadagno è così misero che i vari titolari a fine anno sono costretti a dichiarare questo reddito da poveri morti di fame.
Spese per automobili, motoscafi, dentistiche, mediche, magari anche la spesa dal grossista alimentare od enologico, etc.. etc..
Tanto cosa rischiano in caso di verifica dopo 20 e più anni ?
L’imprenditore ama rischiare, per lui il gioco vale la candela e questa è bene e giusto che sia sempre conficcata profondamente nel culo del bobbolo tajano.
Il fatto stesso che i valorosi media abbiano scacazzato solo un paio di giorni sull'argomento mi convince a catalogare questo tra i problemi non risolvibili ne' da destra, ne' da sinistra ne' tantomeno dal glorioso centrum.

2 ago 2009

A’ la guerre comme à la guerre


Finalmente una buona notizia: Sembra che Google,  che ormai campa de pubblicità e servizi, si può tranquillamente permettere di regalarci un sistema operativo open source gratis, inattaccabile da virus ed altre minchiate sempre tese a spillare soldi agli utenti.


Così cominciò il grande Bill regalando windows alle università e permettendo a tutti di usarne una copia gratis a casa se in ufficio ce n’era una ufficiale. Sbaragliata la concorrenza, siamo arrivati ad oggi che qualsiasi cosa tu voglia è a pagamento e ti controlla in rete se ti colleghi con un prodotto crakkato.


Speriamo che almeno per una volta: chi di spada ferisce di spada perisca (magari dopo 20 anni)

27 lug 2009

Supplica all’anima delli mejo mortacci tua


Composta in favore di un bravo artigiano, che ha sempre il conto in rosso riuscendo a mala pena a sopravvivere ed a pagarsi il mutuo di casa (in effetti per lui, qui  in taja,  sarebbe previsto di alloggiare al campo nomadi)

Cara l’anima de li mejo mortacci tua e del bobbolo a camere riunite o separate, che te consente de prosperà imperterrita nella nostra amata terra de bananas, possibile che ogni anno de sti tempi me devi da mannà la solita lettera in cui me accusi de esse un cittadino disonesto e ladro, perché ho omesso i tributi 74q87°, 24x15c e 33a14 comma C) e comma B) (quest’ultimo solo per gli anni di siccità), relativi ai redditi di 3 anni orsono??
Cara l’anima etc., tu dovresti sapere che sei sul mio groppone  per più del 50% e che se me fai perde la mattina per andare a ritirare le tue raccomandate ed il pomeriggio per portarle da quell’altro parassita che grazie a te prospera sulle mie spalle e che si fa chiamare kommercia-a-vista, vai a pregiudicare la nostra connivenza.
Già mi hai messo fuori mercato rispetto a tutti quelli che operano in nero (extracomunitari e impiegati statali), laddove il cliente non necessita di fattura, ma così rischi di farmi morire anche rispetto alle ditte più grandi se mi fai fare gli stessi tortuosi percorsi fiscali. Infatti il contabile mi ha già detto che come per le altre volte, noi abbiamo pagato tutto e come al solito lui pretende 150 euri da me, per poter venire da te, a perdere la Sua mattinata, mostrarti le carte e dimostrare la mia ragione.
Certo che posizionandomi tra l’incudine ed il martello non dimostri alcuna gratitudine nei confronti di chi mantiene te, o grande anima de li mejo mortacci tua, e tutti quelli che ti consentono di prosperare.
Ma io dico, o beatissima anima etc., dopo 10 e più anni che siamo in società e che tu hai constatato che quello è il reddito che lavorando come un matto con le mie due mani di artigiano io riesco a generare euro più o euro in meno (quest’anno è di magra), ma perché ad inizio anno non mi chiedi una cifra fissa per rinnovarmi una diciamo ipotetica licenza, dopodiché TU (col tuo valore aggiunto) pensi a distribuirla tra i vari uffizi, (inps, inail, cc, com, reg, prov, catz). Facendomi almeno risparmiare tutti i soldi per questi pezzi di carta e per il contabile, che non aggiungono nulla in più alla ricchezza prodotta dal mio lavoro?
A meno che tu, cara anima etc, non fosti creata proprio per far arricchire i contabili.

24 lug 2009

Corso di inglese gratis 9 (cantare ad alta voce ed imparare a memoria)



Agli eroi, capaci di smuovere montagne !
ed
a tutti i vincenti, di cui anche noi possiamo far parte


                                                                                      (prosit)