23 feb 2017

Traffico di influenze

Lo sapevo, lo avevo sempre sospettato che quest'anno eravamo caduti in questo maledetto traffico tipico delle patrie delle banane, dove riuscire a fare impresa, con questa giustizia che dopo quindici anni di spese affossa tutte le velleità degli uomini onesti è diventato un vero atto di eroismo. Ecco perché dopo tanti anni mi son beccato il virus, terribile, con tosse stizzosa da soffocamento, quest'anno il vaccino antiinfluenze non ha funzionato, chissà cosa conteneva, quali influenze contrastava, non di certo la mia, nè quella di tutti i componenti la mia famiglia o quella dei miei amici che ogni giorno prendono i mezzi pubblici come me. Quello che più non tollero in queste situazioni è il parlar forbito, perché noi che siamo da sempre nel mondo degli affari di certo non ci scandalizziamo quando sentiam parlare di mediazioni o provvigioni che siam sempre disposti a pagare con discrezione per ottenere un lavoro, quindi mi ha colpito e molto infastidito  l'espressione "gente con poche risorse" usata al posto del più chiaro "mortidifame" o "proletari" detta dal solito parolaio in uno dei tanti dibattiti. Poche risorse le avrai tu brutto inbecille e tutte assenti nella tua scatola cranica, vorrei tanto vederti da solo su un'isola deserta, così, tanto per misurare tutte le tue grandi capacità. E' chiaro che quello che è normale negli affari tra privati poi diventa tutto spaventosamente difficile e farraginoso nel pubblico, per questo sarebbe ora di farla finita con questa ipocrisia e ufficializzare le mazzette dandole il corretto nome di provvigioni, risparmiando così tanti soldi dei contribuenti buttati per indagare, inquisire, sfruculiare, ma che volete indagà, se questi continuano a reiterare imperterriti il reato significa che c'hanno il loro buon tornaconto, addirittura poi ti vengono meno i principi basilari della correttezza quando senti un vecchio rincojonito come il mio amato prof. Ciompi insistere sulla scissione: vuole a tutti i costi scindere e dar vita al movimento degli under 35.000 per star più vicino ai derelitti, dice lui, come se un derelitto li vedesse mai 35.000 netti all'anno ed è chiaro che di questo passo, poi, chissà dove andremo a finire  

Oggigiorno basta veramente poco per ritenersi appagati

16 feb 2017

Patata bollente

Patata bollente, roba d'altri tempi che nell'immaginario collettivo odierno, essendoci di molto rilassati ed interconnessi, ha perso financo quel significato educato da usarsi al posto di: rogna, gatta da pelare o del volgarissimo e plebeo cazzi da cagare. Oggi anche i mortidifame, grazie all'aiutino dell'interconnessione possono far viaggiare la fantasia dando altri valori e significati alle parole, mentre per chi ha vissuto prima dell'interconnessione e si è dovuto sudare la vita giorno dopo giorno mantiene ancora il vero significato. Ai tempi dei tempi, quando ancora in NOI beltà splendeva, le patate venivano bollite rigorosamente con la buccia ed una volta lessate nel solito pentolone più grande, in quanto le famiglie eran numerose, occorreva sbrigarsi a pelarle, perché da fredde o tiepide la pelle non si sarebbe staccata con facilità. Ecco quindi che la mamma chiamava in aiuto i soliti figlioli volenterosi e, messo il pentolone sul tavolo, tutti prendevano le patate bollenti, soffiavano sulle dita e pelavano, pelavano, pregustando i bei piattoni di gnocchi o d'estate le belle insalatiere con pomodori e cipolle. E' chiaro che anche i figlioli meno volenterosi poi avrebbero partecipato alla suddivisione del bene, perché allora, mancando la interconnessione, quello era uno dei pochi beni, anzi alla luce dell'esperienza che si matura vivendo, consiglio alle mamme odierne di non sollecitare i loro figlioli meno volenterosi, perché tra di loro in una percentuale del 5 o 10 per cento può nascondersi l'artista, il politico, il principe dei fori, il futuro anchor man che le renderà orgogliose e le ricompenserà delle loro dure decisioni nel diverso trattamento della prole.
Che dire, col tempo e poi anche grazie all'interconnessione, cambia il significato delle parole, delle frasi, basta che facciate una ricerca con google immagini per rendervene conto, oggi non è più nemmeno corretto gratificare chiunque con l'epiteto "sei una grande testa", oppure "che testa" parlandone in terza persona, occorre occhio, accortezza, stare attenti insomma. Negli States imparai a mangiare le patate dolci che si consumano con tutta la buccia, quindi da pulirsi bene prima di metterle a lessare, mentre andando a mangiare fuori casa non mi negavo mai una baked potato, una cosa che può lasciare il suo bel ricordo ed è per questo che l'ho voluta immortalare qui nel mio spazio. Che tristezza, che smosciamento le patate odierne, le mie e della consorte, dopo tanti anni le mettiamo a lessare già pelate, anzi, oggi, per affrettarne la cottura le tagliamo anche a fette prima di metterle nel minuscolo triste misero e freddo pentolino. 
Invece le patatine, quelle sì che non riesco a privarmene, questo perché da bambino quando furono inventate, non me ne comprarono mai e dovevo risparmiare sulla paghetta settimanale per averle, capirai costavano più del cinema parrocchiale, certo erano fatte con le patate vere, abbruzzesi, mentre queste che mi compro di nascosto perché la consorte dice che mi fanno male per via dell'età e che poi tiro fuori alla sera davanti alla tv mentre ci si prepara per la cena chissà cosa contengono.  
 
L'inverno è ancora lungo quest'anno, non fatevi mancare le giuste coperture


09 feb 2017

Dietrologia spiccia

La matematica non è un'opinione ed è per questo che inaridisce gli animi, non lascia spazi all'immaginificità: pensate ad esempio al fatto che prima erano tutti buoni, tutti intelligenti ed informati e capaci di scegliere caporioni o guidare personalmente la nazione, poi di colpo, sempre gli stessi individui son diventati tutti populisti e cazzari. Prima erano studenti di seconda media però non troppo efficienti, diciamo di quelli che in genere risiedono nelle ultime file dei banchi, mo' grazie al  movimento so' aritornati tutti alle elementari e nessun giornalista lo fa notare, anzi continuano a sfondarci co' 'sta sindachessa invece di prendersela con il loro elettorato che avendo superato gli esami di seconda media si è reso conto di come è stata saccheggiata la nostra amata patria approfittando del fatto che loro non potevano ancora esercitare il libero pensiero. Basta co' 'sta sindachessa, chi paga ora tutti i soldi che spreca la magistratura per continuare ad indagare?
Come mai i mezzi d'informazione non evidenziano il fatto che gli elettori del movimento sono gli stessi che una volta votavano i professionisti della politica, di certo non provengono dal mio elettorato, purtroppo rimasto elitario, io, il prof. Ciompi ideologo padre co-fondatore ed un paio di ragazzi che lavorano al bar di fronte. Come mai non si studiano il mio programma che prevede l'abolizione di tutte le elezioni amministrative ancora in auge, le regionali e le comunali lasciando amministrare i magistrati commissari governativi, gente preparata per svolgere professionalmente questo compito, con ampio risparmio per i pagatori di tasse?
Chissà perché tra le decine di personalità latenti che compongono il mio essere deve sempre prevalere questa figura ascetica e possente che mi porto dietro non per mia volontà, in quanto quando decisi di diventare splinderiano e mi stavo creando lo pseudonimo e l'avatar, nessuno di quelli da me prescelti era disponibile, eroi, condottieri, storici, filosofi, tutti non disponibili, sicché esausto provai con fracatz e lì subito mi accontentò e per fortuna che c'avevo interposto quella "T", ché con la mia pigrizia mi sarei tenuto tutto pur di diventare un utente, uno splinderiano. Questa figura mi stà logorando, mi soffoca quel po' di paranoide che risiede in ognuno di noi e che ci lascia con facilità elargire quei sani vaffa con cui tenere a bada le persone moleste.    


Non perdetevi l'offerta settimanale del conad prendi due e paghi uno


02 feb 2017

LMV, significato

Mentre le punte dei piedi delle nostre care fanciulle convergono sempre più verso il centro, la colpa è della scuola che non è più seletttiva e genera tutta questa infelicità nei nostri amati giovani. Per carità, non mettiamo la fisica, accontentiamoci delle tabelline. Poi però non è possibile che un giovane in possesso di laurea, uguale a quella del figlio del farmacista, si debba accontentare di un lavoro al call center di turno che ancora non ha delocalizzato senza restarne traumatizzato a vita.
Ecco, non è possibile discriminare gli umani per la loro religione, noi però qui a velletri siamo realisti ed accogliamo solo coloro che superano la prova della porchetta, la tradizione delle nostre terre, perché bisogna essere proprio irrecuperabili  se non si capisce che i mortidifame non possono comprarsi bistecche fiorentine ed aragoste ed allora è una grande vigliaccata dei loro caporioni privarli dell'economica, ma saporita, carne di porco. Certo, anche noi cattolici fino a qualche decennio orsono mandavamo all'inferno quei mortidifame che al venerdì si mangiavano la solita sottile fetta di mortadella ed in paradiso quelli che mangiavano aragoste e spigole, ma poi il cervello prevalse sull'ignoranza ed oggi vanno tutti in paradiso, felici e contenti, fregandosene di quei trasgressori che invece furono puniti.  Ecco, noi discriminiamo solo coloro che seguono il fanatismo, fregandosene del fatto che il misericordioso volle dotarci anche di un piccolo cervello.
  Per i cultori della silvioterapia più esigenti, però, occhio agli alberi adatti. Ce n'è uno proprio all'inizio di viale trastevere, uscendo dalla stazione, il secondo od il terzo sulla sinistra. Ma mi raccomando, tenete sempre presente che il cibo italiano è il più salato in assoluto e non adatto per gli ipertesi.
  La cosa  più comica sentita nei 10 mila e più dibattiti tra lo scaricabarile ed il passaggio del cerino per individuare il necessario responsabile dei disastri, è stata quella del fascicolo di fabbricato. Ecco io vorrei raccomandare a questi rappresentanti delle varie caste di premettere ad ogni loro accorata, interessata petizione la frase "li sordi so' finiti", allora è meglio non insistere e lo dimostrano le turbine spalaneve che comprammo ai bei tempi e che oggi riposano guaste perché nun se ponno riparà co' le chiachiere. 
Fantasmagorico, altro che immaginifico, il pensiero che ha portato ad edificare un albergo a 1200 metri senza che vi fossero piste da sci da poter godere durante il soggiorno e con una strada d'accesso di non so quanti chilometri da spalare giornalmente a spese della comunità, come se si fosse voluto privare della goduria gli ipertesi che non vanno mai oltre i trecento metri. E mentre i nostri illuminati continuano con le scie chimiche, specialmente al tramonto, segnando la solita croce sul tetto del mio vicino per non allertarmi, non fate caso a quello che vi raccontano, non fatevi convincere che mo' il nuovo imperatore chiude il passaggio a tutti, state sicuri che dopo quel tutti i media omettono di aggiungere la parola mortidifame, per poter guidare il Vostro pensiero verso ciò che loro ritengono sia giusto

Nel frattempo, per Voi che potete ancora evolvere, uno tra i tanti significati con la app giusta  


26 gen 2017

La consapevolezza ed i pacchi


Ma vi rendete conto che oggi, grazie ai potenti mezzi messi a vostra disposizione, voi potete tranquillamente stipulare un contratto per via telefonica sdraiati comodamente sul divano di casa, ma poi per disdettare lo stesso invece dovete andare alla posta e fare una raccomandata con ricevuta di ritorno con tanto di firma autenticata e bolli generosamente concessi dai vostri caporioni? Piuttosto che continuare a frignare in giro nei bar o qui sul webbe, allora vediamo di non farli questi contratti, dimostriamo di essere ancora capaci di comprendere, siate più consapevoli, se no poi quando vi arrubbano i soldi per darli a qualche ente dissestato dovete persino supplicà per conoscere i nomi dei bastardi che si son divisi il vostro sudore, perché si sa, LORO si fecero una legge, una praivasi proprio per agire indisturbati e per distribuire con essa altre poltrone a chi sa quello che va fatto. Forse vi daranno la soddisfazione di conoscere la ragione sociale delle società che si sono acchiappate i Vostri risparmi, ma saranno tutte fallite onestamente e non fraudolentemente, magari pagavano stipendi miliardari ai loro dipendenti e regolari contributi all'inps proprio perché odiavano il lavoro in nero cui molti di Voi son costretti per tirare avanti con tutta la concorrenza di mortidifame che continuano a sbarcare. Per non parlare di tutti quei dirigenti e funzionari che avallavano con le loro firme i suddetti prestiti inesigibili che tutti i media giustificano dicendo che gli ordini venivano dall'alto e che dovevano eseguirli se volevano continuare a fine mese a portarsi a casa i loro belli grassi e grossi emolumenti. Tutti in galera con l'espropiazione di tutti i loro beni, perché quando vado io in banca a chiedere un fido o mi ipotecano la casa oppure vogliono l'avallo di qualche mio parente benestante che possa garantire per me. 
A me vien tanto da ridere quando sento parlare di articolo 18, una salvaguardia che appartiene solo ai dipendenti di grandissime imprese, perché per tutti gli altri se i padroni vogliono sbarazzarsi di un gruppo, lo riempiono di zavorra umana, chiedono grossi prestiti bancari e poi lo svuotano di tutti i contenuti migliori, passano i contratti ad un altro gruppo sempre di loro controllo e dichiarano fallimento senza alcun problema, ecco perchè le banche per cautelarsi impongono garanzie ai mortidifame e su questo ce ne sarebbe di materiale che una televisione pubblica potrebbe sviscerare per l'emancipazione o almeno la consapevolezza del nostro amato generoso immaginifico bobbolo tutto preso a sognare i pacchi serali distribuiti a qualche fortunato esponente delle varie componenti castali .
Tutta in galera la classe dirigente, esclusi impiegati ed operai, e poi si possono buttare 20 miliardi del nostro amato bobbolo, però, chissà, forse per noi del partito degli under 70.000 potrebbe essere un vantaggio, magari qualcuno comincerà a pensare, chissà, col tempo  potrebbero maturarsi le sorbe, per ora mi accontento di metterci la paglia

Dopo le solite inutili predicazioni, arifamoce l'occhi con il suo miracolo più bello


19 gen 2017

Conflitti del sé

Ma vi pare mai possibile in una società che guarda al futuro, che i nostri giovani debbano mediamente guadagnare meno dei loro colleghi più anziani? Non se ne può più con questa verità ribadita ogni giorno su tutti i media nazionali, cribbio, fate qualcosa, dimezzate stipendi e pensioni di questi vecchi rincoglioniti e ridate speranze ai nostri cari ragazzi. Il fatto è che le cose vengono lasciate andare a sé stesse, senza controllo, salvo poi voler intervenire a tutti i costi per preservare lo status quo, come quando, contro la mia volontà, arrestarono il mio fidanzato ufficiale che mi aveva dato fuoco, pensando così di metterlo in salvo sulle spalle del contribuente, quando io, con cinquecento euri a don Ciccio avevo già sistemato la cosa in maniera definitiva. Don Ciccio qui in convento è un profondo conoscitore della natura umana anche grazie al suo ruolo di confessore ufficiale, io l'ho persino citato urbi et orbi nel mio ultimo discorso di fine anno e le sue tariffe sono veramente modeste rispetto ai risultati. Comunque non voglio ora tediarvi e riproporvi il discorso, tanto già siete capaci nella vostra intelligenza di immaginarvelo nonostate siate ancora sotto gli effetti delle mangiate, delle bevute e delle scorpacciate di film per bambini che siete stati costretti a mandare giù dalla sana tradizione che ci sostenta. Che poi, grazie alla visione di quei film fantastici dove le cose scorrono sempre per il verso giusto ne avrete anche voi, come me beneficiato ed alimentato la fantasia. Mi son visto persino re della giungla, con i leoni maschi, quelli dalla gran criniera, stroppicciarsi sui miei bicipidi femorali quasi a pregustarseli, accettandomi come il vero capo della situazione, quando che invece, normalmente, i miei pensieri giornalieri si aggirano sulla necessità di reperire fondi per il mio sbiancamento anale ormai alla portata di tutti i mortidifame e quindi non più rinviabile, per essere al passo con il progresso della scienza supportato dalla nostra meravigliosa tecnica. 

Per chi è ossessionato nei sogni giornalieri  


12 gen 2017

Perversioni

Che gioia per gli occhi questo freddo invernale e che pensieri perversi! Chissà perché girando per la città con i mezzi pubblici ed ammirando le decine di belle fanciulle che indossano quei bei fuseau invernali, il cervello mi opziona visioni così strane, diverse, per certi versi perverse: èh sì, poter disporre di quei bei rotondi, abbondanti fondo schiena per poterci effettuare qualche puntura da 5cc. Volete mettere agire su un bel culo rotondo, giovanile ammandolinato e invece arrangiarsi in qualche modo su quei fondo schiena ormai avvizziti dai troppi anni di menopausa? Eccola la perversione del padre di famiglia costretto dalle vicissitudini della vita a far da infermiere aggratiss e senza un briciolo di riconoscenza. 
E visto che ci siamo vi svelerò anche l'altra verità che mi si è rivelata con l'arrivo del freddo: non è vero che Eva nacque da una costola di Adamo, ma fu il contario. In principio esisteva solamente il sesso femminile perché in esso è completo l'apparato riproduttivo, salvo per un'inezia e quell'inezia scaturiva da alcune di loro, le più ribelli che si ostinavano ad avere gli strofinii rituali sempre a gambe strette e che poi col passar degli anni per facilitare il cammino dell'inezia videro svilupparsi il loro clito in maniera esagerata e le ghiandole a scendere in basso nei labbroni chiusi a forma di sacchetto. Certo, senza l'aiuto della chirurgia, ci son voluti milioni di anni, ma alla fine siam giunti ai giorni nostri. Per quanto riguarda le tette poi, potete rendervi conto al mare che certi bei giovani le hanno più belle di tante cerbiatte grazie alla generosità di madre natura.
L'altra perversione me l'ha regalata il recente no del nostro amato bobbolo, grazie al quale posso ancora sperare con la vittoria del mio partito degli under 70.000 a dare un posto in senato al mio bel cavallo bianco che quando mi vede scalpita e scodinzola tutta la sua riconoscenza ed a volte manifesta anche il suo amore per la mia persona con un accenno di nitrito, ripagandomi con questo di tutte le cattiverie della vita. 


Certo con la chirurgia l'evoluzione sarebbe stata più rapida

07 gen 2017

Ricominciamo 2017

Piano piano, pacatamente, come piace a noi, anche quest'anno abbiamo ripiegato il nostro alberello, incartato le palle e i 5 pupazzetti del presepe ed abbiamo riposto il tutto in cantina per ripresentarlo il prossimo anno, sperando sempre di esserci e sì, perchè anche noi qui in convento, pur supportati da quella tenue fiammella  spirituale che ci prospetta qualcosa di migliore, siamo terribilmente attaccati a questo nostro tristo sacco.
Voglio ringraziare tutti voi vecchi e nuovi passanti che avete lasciato un augurio di speranza sotto il mio alberello e spero di ritrovarceli il prossimo anno, anche se, specie per i più giovani sarei felice di sapervi volati via dal web perché impegnati in cose più importanti per la vostra vita od addirittura alle prese con la frustrazione del menage di coppia e diventare genitori.
Duro è il mestiere di genitori, la vita di coppia, duri i sacrifici per chi vive di lavoro, ma è una sfida che abbiamo ereditato geneticamente a dispetto delle varie mode egoisticamente imposte dai media.
Auguro a tutti salute, benessere e serenità interiore:
pronti a ricominciare allora? 
Via, si riparte anche virtualmente.

22 dic 2016

Auguri 2016




Auguri a tutti voi ed ai vostri cari, animali inclusi, purchè piccoli e graziosi.

Che il nuovo anno possa vedere il coronamento dei vostri sogni leciti e non.

p.s.  Resistete, sono solo dieci giorni poi arrivo io

15 dic 2016

Lo stato è Loro, finché dura

Per fortuna che oggi abbiamo il cosiddetto populismo, sdoganato da tutti i media e colorato di politica per contenere le spinte del nostro amato generoso immaginifico bobbolo e così persino gli yankee nordisti, sudisti o di centro che dir si voglia trent'anni dopo di noi si affidano ad un miliardario ancora alle prime armi, tanto che ha rinunciato allo stipendio presidenziale e senza bisogno di un giuramento sulla testa dei suoi figli, in diretta televisiva dal leccaculo di turno.
Ricordo ancora quanto mi battei al tempo della globalizzazione per convincere i rappresentanti degli interessi dei nostri mortidifame coadiuvati dai loro prezzolati  cani da guardia che non saremmo stati noi ad esportare le 36 ore lavorative, le ferie, la tredicesima e la liquidazione ai cinesi, ma loro ad esportarci il pugnetto di riso giornaliero a tutti gli addetti alla produzione del reddito.
Grazie alla globalizzazione 63 persone detengono la metà di tutte le ricchezze presenti su questa palla di merda, le fabbriche continuano a delocalizzare, perché la produzione non è concorrenziale se tu paghi la mano d'opera tre volte quello che costa in cina, la gloriosa classe media sta scomparendo persino negli states e loro, quelli che operano per gli interessi dei 63 continuano a circonvenzionare i bobboli con le chiachiere facendo procedere la situazione, fino a quando mi vien da dire? Fino a che i bobboli non cominceranno ad essere affamati come la storia ci insegna o fino a che non comincerà a farsi strada nelle loro cervici qualche misero dubbio che li porterà a non fidarsi più del populismo ma a guardare a programmi seri quali quelli del mio partito degli under 70.000?
A chi ha giovato la globalizzazione? Perché i migranti non se ne vanno in cina visto che lì le fabbriche lavorano 24 ore al giorno? Perché non si escludono dalla globalizzazione paesi non sufficientemente democratici?
Per fortuna che l'ingegno taljco ha saputo trarre vantaggio da questa situazione facendosi dare dalla bce i 30 euri al giorno a migrante da spendersi sul territorio per dare un po' di lavoro ai nostri impresari turistici mezzo falliti e continuiamo a collaborare con i traghettatori per aumentare questo misero business, però di certo la cosa non potrà durare a lungo ed i caporioni dovranno inventarsi qualche altra cosa. 
Chissà se allora, invece delle solite circonvenzioni, torneranno ad avere il coraggio in groppa al loro incitatus di affermare pubblicamente il loro status dicendo dai video "L'etat c'est moi" come ai bei tempi quando ognuno conosceva fin dalla nascita il suo ruolo sociale e si metteva da subito il cuore in pace?  Allora noi pornodidattici, più modestamente, ci accontenteremmo di un senato riempito di bei cavalli bianchi, tanto per vedere se poi crozza riuscirebbe a renderceli simpatici 

Niente link oggi, ridete con quelli che vi ho messo già nel post